Dediche all’Italia per celebrare il bel Paese

Pubblicato il: 29 Maggio 2020
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (14 votes, average: 4,21 out of 5)
Dediche all'italia

Terra di mille contraddizioni e passioni, l’Italia è quel piccolo tesoro che appartiene a ognuno di noi.

Le dediche all’Italia ci aiutano a celebrare la bellezza e l’unicità del bel Paese.

Il mare cristallino, le Alpi, le vestigia del passato, il profumo del pane appena sfornato, l’inebriante brivido di vini eccelsi: questi sono i suoi biglietti da visita, invidiati in tutto il mondo. È una terra generosa che si concede a piene mani a chiunque, è una madre protettiva che pensa e regala, si ritrae a volte indispettita, altre incuriosita. Vagheggiata e cantata dai poeti, nutre il corpo e l’anima, ispirando le menti e armando le mani di voglia di fare, di migliorare. E non ha importanza se cade. Grazie alla sua capacità di sognare un futuro sempre più roseo, è pronta a rialzarsi e a ricostruire quello che la mano incurante e irriconoscente dell’uomo ha distrutto. Vita e morte si rincorrono nella storia dell’Italia, quasi strette in un abbraccio possessivo che a volte apre la porta per una crisi profonda, altre ancora invece spalanca le finestre su vallate fatte di volontà, forza e tenacia.

L’Italia trova la sua identità nelle persone che la abitano e che cercano di darle lustro nonostante le difficoltà. Da Nord a Sud l’amore per la patria ispira e incoraggia, anima mani e menti, alimenta dibattiti senza fine. Non è tutto rose e fiori. Forse ci si porta dietro le antiche radici di una società feudale spaccata, senza unità e senza nessun desiderio di cedere a una logica unitaria. Contro le maglie genetiche di un DNA forse avverso, gli uomini hanno combattuto per riunire il signore e il contadino, l’artigiano e il commerciante sotto un’unica bandiera. Sangue e sudore, questo è stato il prezzo da pagare per riuscire a chiamare Italia quel dedalo di terre meravigliose della penisola.

Divisioni politiche ed economiche: i più pessimisti dicono che questi elementi potranno distruggere la nostra patria. E se fossero proprio questi invece i due semi che la manterranno sempre giovane e vivace? La divisione alimenta il dibattito, apre le menti e spinge a cercare sempre il meglio. Il popolo italiano non si accontenta di un’idea perché la genetica gli impone di dialogare, di trovare nuove soluzioni, di non arrendersi di fronte a nulla. L’Italia non ama un solo brusìo che detta le regole del gioco, ma desidera che le sue giornate siano percorse da un coro di voci a volte delicate, altre potenti, in grado di scuotere le coscienze e di suscitare dubbi. Non sarà perfetta l’Italia, ma è vera. E questo è un tesoro prezioso da conservare.

Data di ultima modifica: 29 Maggio 2020

Privacy Preference Center

Cookie Tecnici

Questi cookie sono usati esclusivamente per poterti fornire il servizio di TrovaFrasi

cookie tecnici di trovafrasi

Pubblicità Personalizzata

Profilazione per annunci personalizzati

adsense

Analytics

Other

X