Frasi sulle elezioni: gli ingranaggi della democrazia

Pubblicato il: 3 Dicembre 2019
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (10 votes, average: 4,00 out of 5)
Frasi sulle elezioni

Quando si parla di elezioni, soprattutto di quelle politiche, le cose non sono mai semplici o scontate come possano apparire in un primo momento. Potentissimo strumento di democrazia affidato al popolo, spesso le elezioni politiche sono in grado di tirar fuori il peggio dalla classe che dovrebbe poi governare sapientemente i cittadini.

Le frasi sulle elezioni ci raccontano di come funziona la macchina della democrazia nel suo meccanismo fondamentale: il voto.

    Le migliori citazioni sulle elezioni con autore

  • Non so molto di Americanismo, ma essa è una parola dannatamente buona con cui arrivare alle elezioni.
    Warren G. Harding
  • Durante le elezioni i cassonetti sono pieni di schede elettorali. Dopo sono pieni di elettori!
    Rade Jovanovic
  • Rimbocchiamoci le maniche, mettiamoci al lavoro e andiamo a vincerci le prossime elezioni.
    Matteo Richetti
  • La maggioranza ha sempre ragione, ma la ragione ha raramente la maggioranza alle elezioni.
    Jean Mistler
  • La cosa migliore di questo gruppo di candidati è che solo uno di loro può vincere.
    Will Rogers
  • La cosa migliore di questo gruppo di candidati è che solo uno di loro può vincere.
  • Votate per il candidato che vi promette di meno; è quello che vi deluderà di meno.
    Bernard Baruch
  • Mi accusano di aver intercettato voti di destra. Vorrei svelare un segreto: alle ultime elezioni abbiamo perso! O troviamo qualcuno che a livello nazionale prenda quei voti border line oppure non vinceremo mai. Ricordo anche che quelli là, che una volta scelgono Prodi, un’altra Berlusconi, sono sempre cittadini italiani.
    Matteo Renzi
  • Il voto malavitoso condiziona e inquina la politica e le elezioni di metà del Paese. Nel 2001 Berlusconi vinse in Sicilia 61 collegi su 61. È comunque opinione che quel trionfo fu dovuto anche ai voti controllati dalla mafia. E ora il Cavaliere ritenta il colpo rilanciando il ponte di Messina, che sarebbe inevitabilmente una colossale pacchia per l’onorata società. Come insegna l’autostrada Salerno-Reggio Calabria, fatturata metro per metro dalle cosche.
    Giovanni Sartori
  • Se perderò anche solo sei seggi perderò queste elezioni, e sarà Jeremy Corbyn a sedersi e negoziare con i presidenti, primi ministri e cancellieri d’Europa.
    Theresa May
  • Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia.
    Georges Clemenceau
  • Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia.
  • Le elezioni del 18 aprile 1948, […], sono imperniate sul dilemma: comunismo o anticomunismo. Tale è l’impostazione data dalla democrazia cristiana alla campagna elettorale.
    Federico Chabod
  • L’onestà sarà una moda. Arrendetevi.
    Beppe Grillo
  • Ci sono molti uomini di sani principi in entrambi i partiti in America, ma non c’è nessun partito di sani principi.
    Alexis De Tocqueville
  • Il problema con libere elezioni è che non si sa mai come andranno a finire.
    Vjaceslav Michajlovic Molotov
  • Il problema con libere elezioni è che non si sa mai come andranno a finire.
  • Se i partiti non rappresentano più gli elettori, cambiamoli questi benedetti elettori.
    Corrado Guzzanti
  • Non dico come voto. Non voglio rovinarmi la sorpresa.
    Altan
  • Per fare una partita alla “Repubblica” occorre essere iscritti a una compagine politica: ce ne son decine tra cui scegliere a seconda del colore (anche se ultimamente il nero va per la maggiore). Una volta che si è in squadra – o in squadraccia – è importante aver le natiche al posto della faccia per riuscire a reggere la fase atletica, con più tensioni: la campagna acquisti, detta anche “le elezioni”.
    Frankie Hi-NRG MC
  • Quando i cittadini non vanno a votare è sempre un problema per tutti, non solo per i partiti ma per la società.
    Graziano Delrio
  • Il popolo non elegge chi lo cura, ma chi lo droga.
    Nicolás Gómez Dávila
  • Il popolo non elegge chi lo cura, ma chi lo droga.
  • Nei dissensi civili, quando i buoni valgono più dei molti, i cittadini si devono pesare e non contare.
    Marco Tullio Cicerone
  • Anziché mostrare alle nostre figlie che è possibile diventare presidentesse, l’America ha dato prova che nessun nonno è troppo razzista per diventare leader del mondo libero.
    John Oliver
  • Se il voto potesse veramente modificare le cose, lo renderebbero illegale.
    Su Un Muro Di Un’università
  • Democrazia: Lo stato di cose in cui consenti che ti mettano le mani in tasca, ed eleggi il miglior uomo per farlo.
    Benjamin Lichtenberg
  • Se Dio avesse voluto che noi votassimo, ci avrebbe dato dei candidati.
    Jay Leno
  • Se Dio avesse voluto che noi votassimo, ci avrebbe dato dei candidati.
  • Tali gli elettori, quali gli eletti. Se i secondi sono cattivi, è perché i primi sono anche peggiori.
    Edmond Thiaudière
  • Lasciatemi essere totalmente chiaro… io accetto la conclusione della nostra comunità sul fatto che l’ingerenza russa alle elezioni 2016 ci sia stata.
    Donald Trump
  • La differenza tra dittatura e democrazia è che in democrazia prima si vota e poi si prendono ordini, in dittatura non dobbiamo sprecare il nostro tempo andando a votare.
    Charles Bukowski
  • Gli elettori dovrebbero scegliere i loro rappresentanti tra coloro che non si candidano.
    Roberto Gervaso
  • Gli elettori dovrebbero scegliere i loro rappresentanti tra coloro che non si candidano.
  • Le schede non fanno il risultato, sono gli scrutatori che lo fanno.
    Boss Tweed
  • Quello che la Francia sta facendo per il rilancio del disegno politico dell’Europa è bello, bello che il presidente Chirac e il premier Jospin, separati quasi su tutto, concorrenti diretti alle prossime elezioni presidenziali, siano invece uniti su questo disegno.
    Corrado Augias
  • [Nel novembre 2017] Che nessuno dubiti della nostra determinazione o metta in questione la nostra risolutezza: la Brexit sta avvenendo.
    Theresa May
  • Come contrastare la malavita organizzata? Cominciando a non votarla alle elezioni…
    Daniele Luttazzi
  • Do ut des, ossia tu dai tre voti a me, che io do tre appalti a te.
    Un Politico
  • Do ut des, ossia tu dai tre voti a me, che io do tre appalti a te.
  • La nostra democrazia è solo una parola. Cosa significa il fatto che possiamo votare? Significa che scegliamo fra due veri autocrati, anche se non li consideriamo tali. Scegliamo fra Tizio e Caio… Chiedete di votare per delle donne… Ma che cosa può fare un voto, quando dieci undicesimi della terra in Gran Bretagna appartengono a solo 200.000 persone e la restante undicesima parte è divisa fra i restanti 40 milioni di individui? I vostri uomini si sono per caso liberati da questa ingiustizia con i loro milioni di voti?
    Helen Keller
  • Per essere eletti, si devono sparare promesse. Per governare, si deve scendere al compromesso con la realtà.
    Vittorio Zucconi
  • Non si parla più di Brexit perché i dati sono positivi. Mostrare che chi esce sta meglio, che non esistono apocalissi di sorta, è qualcosa che i nostri media non possono permettersi di raccontare.
    Alberto Bagnai
  • L’unico che è riuscito veramente a cambiare le cose dopo esser stato in una cabina è Superman.
    Zziagenio78, Twitter
  • Vorremmo tutti votare per la persona migliore, ma non è mai candidata
    Frank McKinney Hubbard
  • Vorremmo tutti votare per la persona migliore, ma non è mai candidata
  • Chiedere ai 100 parlamentari indagati per corruzione di votare la legge contro la corruzione è come chiedere a Giovanna D’Arco di andare a far legna per il falò.
    Maurizio Crozza
  • In Italia si possono spostare soldi e ricevere pizze a domicilio con un clic. Ma per votare è ancora necessario andare là dove manderei volentieri tanti nostri legislatori: a scuola.
    Massimo Gramellini
  • Lo abbiamo fatto senza bisogno di combattere, senza sparare un solo proiettile, l’abbiamo fatto combattendo sul territorio con un dannato duro lavoro.
    Nigel Farage
  • Quanto meglio sarebbe se i voti si potessero pesare, anziché contare.
    Georg Lichtenberg
  • Quanto meglio sarebbe se i voti si potessero pesare, anziché contare.
  • Ogni cinque anni gli elettori fanno la loro croce; e dopo la devono portare.
    Birgit Berg-Khoshnavaz
  • Trump ha vinto perché in fondo in fondo nella vittoria non ci credeva neanche lui. Se non ci credi è meglio. Io non credo più in nulla.
    Massimo Cirri
  • Elettore. Colui che gode del sacro privilegio di votare per l’uomo scelto da un altro uomo.
    Ambrose Bierce
  • Ho battuto Hillary Clinton regolarmente. E la gente lo sa. [L’inchiesta sull’ingerenza della Russia] è scaturita soltanto perché i Democratici hanno perso. Ribadisco che non c’è stata collusione.
    Donald Trump
  • Vota oggi, te ne pentirai domani.
    Poster Elettorale Affisso In Gran Bretagna
  • Vota oggi, te ne pentirai domani.
  • Per un giornalista, il non voto è l’arma estrema di credibilità.
    Enrico Mentana
  • A tutti i repubblicani che credono che la Russia non c’entri niente, vi state sbagliando. A ogni democratico che vuole l’impeachment per il presidente Trump a causa della Russia, vi state sbagliando.
    Lindsey Graham
  • Conteggio finale voti Brexit: 48% ragione e sentimento, 52% orgoglio e pregiudizio.
    Bill Maher
  • Quest’elezione è una farsa totale e una presa in giro. Noi non siamo una democrazia!
    Donald Trump
  • D’altra parte è giusto, bisogna accettarlo: Berlusconi ha vinto le elezioni, gli italiani le hanno perse.
    Sabina Guzzanti
  • D'altra parte è giusto, bisogna accettarlo: Berlusconi ha vinto le elezioni, gli italiani le hanno perse.
  • Chi più dà più riceve voti, è la legge del mercato elettorale. Ma un Paese deve sapere anche come si crea la ricchezza.
    Piero Angela
  • [A proposito dell’esito del referendum] Non penso di aver mai desiderato tanto la magia come oggi.
    J. K. Rowling
  • Il genio dell’euroscetticismo è uscito dalla lampada e non verrà rimesso al proprio posto.
    Nigel Farage
  • − Dice che, dopo il voto, taglia le tasse.
    − Digli che lo votiamo, dopo le elezioni.

    Altan
  • Le citazioni sulle elezioni di cui non conosciamo la fonte

  • Il problema delle barzellette sui politici è che poi vengono eletti.
  • Chi ha in mano il potere, ci vuole semplici spettatori passivi.
  • Chi ha in mano il potere, ci vuole semplici spettatori passivi.
  • Durante una campagna elettorale l’aria è piena di discorsi – e viceversa.
  • Quanto elettori ci vogliono per cambiare una lampadina? Nessuno. Gli elettori non possono cambiare nulla.

Elezioni, gioia e dolore della democrazia

Eppure, a ben vedere, le elezioni rappresentano un fenomeno assai curioso: se, infatti, da un lato troviamo politici e aspiranti tali che promettono al popolo mari e monti in cambio di una manciata di voti, dall’altro è possibile trovare un pubblico sempre più vasto che, lungi dall’essere asservito a un unico colore politico, s’informa, ascolta con attenzione i dibattiti e, una volta entrato nella cabina elettorale, sceglie con serenità quel candidato che più sembra rispondente alle proprie aspettative. E questo non può che essere uno dei modi migliori per rendere il popolo partecipe dell’intera vita politica di un Paese.

Parola al popolo!

Considerate la vera conquista dell’epoca moderna, le elezioni politiche sono il vero specchio della salute e degli interessi di un Paese. Se una Nazione, infatti, è guidata da persone capaci, perfettamente consapevoli dell’alto scopo cui sono state chiamate dai propri cittadini, il bilancio interno, le infrastrutture e le politiche studiate ad hoc per andare incontro ai più bisognosi, non possono che essere il fiore all’occhiello di una società moderna e democratica che, piano piano, ha gettato le basi per costruire un Governo solido e attento alle problematiche del popolo. Laddove, invece, non si concedesse più ai cittadini di scegliere in propria autonomia coloro che dovranno rappresentarli, si scatenerebbe una serie infinita di faide interne in cui gli unici a pagare, purtroppo, sarebbero sempre i più poveri, i più bisognosi. E ciò sarebbe davvero inaccettabile per la politica di quegli Stati che, andando incontro al Terzo Millennio, hanno deciso di proporsi come liberi, democratici e aperti al dialogo.

Una rottura con il passato

Oggi che la stragrande maggioranza dei Paesi del mondo è considerata di stampo democratico e liberale, le elezioni costituiscono il momento principale di partecipazione del popolo alla vita della Nazione in cui vivono. Si tratta di un’importante rottura con il passato, un vero e proprio passo avanti per lasciarsi per sempre alle spalle quei regimi anarchici e totalitari che nel corso dei secoli hanno generato morte e distruzione. Ben vengano, dunque, le elezioni, grande esempio di civiltà e democrazia.

Data di ultima modifica: 3 Dicembre 2019

Privacy Preference Center

Cookie Tecnici

Questi cookie sono usati esclusivamente per poterti fornire il servizio di TrovaFrasi

cookie tecnici di trovafrasi

Pubblicità Personalizzata

Profilazione per annunci personalizzati

adsense

Analytics

Other