Frasi sul conformismo e la voglia di far parte del gruppo

Pubblicato il: 12 Novembre 2020
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (9 votes, average: 4,44 out of 5)
conformismo

Indossare la maglietta che va di moda, portare i capelli come è dettato dalle mode correnti, usare un particolare slang: queste sono solo alcune delle definizioni che si potrebbero correlare alla parola conformismo.

Le frasi sul conformismo ci raccontano di cosa significa entrare a far parte del “gruppo”.

    Le migliori citazioni sul conformismo con autore

  • Quello che mi piace di Renato Vallanzasca è che non ciurla nel manico. Anche se gangster, è un uomo che si assume le proprie responsabilità in una società di camaleonti dove i più protervi lottizzatori si dichiarano contro la lottizzazione, gli assenteisti più spudorati contro l’assenteismo, dove la “questione morale” viene sbandierata da coloro che fino a ieri rubavano e dove la colpa è sempre del compagno di banco.
    Massimo Fini
  • Credo che vi sia un atteggiamento molto fastidioso, provinciale, stupido e molto conformistico di chi fa cinema verso chi fa televisione. Ma io sono una che ha fatto tutto, dalla commedia musicale in teatro ai classici, dalla fiction televisiva al cinema d’autore. Basta che per due o tre anni tu faccia una cosa, che il conformismo generale porti a pensare che tu faccia solo quella cosa.
    Giuliana De Sio
  • La ballerina del carillon innamorata della musica rock, il girasole della luna, il cavalluccio marino delle montagne. Non siamo tutti uguali, per fortuna.
    Fabrizio Caramagna
  • La sola idea di essere condannato a uno schema prestabilito mi atterrisce.
    Raymond Chandler
  • È l’individuo che è finito. Il é singolo, solitario essere umano che è finito. È ognuno di voi altri che mi ascoltate che è finito. Perché questa… questa non è più una nazione di individui indipendenti, oramai. È una nazione composta da duecento ed oltre milioni di esseri transistorizzati, deodorrizzati, più bianchi del bianco, tutti profumati al limone, del tutto inutili come esseri umani e rimpiazzabili come pezzi di un’auto. Ebbene, è venuto il momento di chiedersi se “disumanizzare” sia un verbo così brutto. Bello o brutto, la disumanizzazione è in corso. Il mondo intero sta diventando umanoide: fatto da creature che sembrano umane ma non lo sono. Il mondo intero, non solo noi: noi siamo solo il paese più progredito, quindi ci stiamo arrivando prima. Le persone del mondo intero stanno diventando prodotti in massa, programmati, numerati, computerizzati […]
    Quinto Potere
  • Non dimenticare mai che solo i pesci morti nuotano seguendo la corrente.
    Malcolm Muggeridge
  • Non dimenticare mai che solo i pesci morti nuotano seguendo la corrente.
  • Tra le cose più tristi ricordiamo il diventare uno dei tanti.
    Theflynet, Twitter
  • Per me la vera ribellione consiste nel guardare un cielo azzurro fino a che l’identità non si sia disgregata per la meraviglia.
    Fabrizio Caramagna
  • Ho visto due foto di Piero De Negri, prima e dopo il delitto. Prima aveva uno sguardo da orfanotrofio, da vittima designata. Dopo, per usare un’espressione di Sartre a proposito d’un omicida, “il suo volto splendeva come un incendio”.
    Massimo Fini
  • L’individuo ha sempre dovuto lottare per non essere sopraffatto dalla tribù. Se lo provate, sarete spesso soli, ed a volte spaventati. Ma nessun prezzo è troppo alto da pagare per il privilegio di di possedere se stessi.
    Friedrich Nietzsche
  • Tu sei una persona diversa che vuole essere uguale. E questo dal mio punto di vista è considerato una malattia grave.
    Paulo Coelho
  • Tu sei una persona diversa che vuole essere uguale. E questo dal mio punto di vista è considerato una malattia grave.
  • Al conformismo l’ironia fa più paura d’ogni argomentato ragionamento.
    Indro Montanelli
  • Poche persone sono capaci di esprimere con equanimità opinioni che divergono dai pregiudizi del loro ambiente sociale. Molte persone sono addirittura incapaci di formare tali opinioni.
    Albert Einstein
  • Avrete notato che ognuno di voi si muove con la sua particolare andatura. Per esempio Pitts, se la prende comoda, tanto prima o poi arriverà. Invece Cameron sta pensando “Andrà bene? Forse si, ma sì, certo, certo. O forse no, chi lo sa?” E il nostro Overstreet è mosso da profonda passione… Lo sappiamo tutti, non è vero? Ma non li ho fatti marciare per deriderli, li ho fatti marciare per illustrare la questione del conformismo, la difficoltà di mantenere le proprie convinzioni di fronte agli altri. Alcuni di voi hanno l’aria di pensare: “Ah, io avrei marciato diversamente!”. Allora chiedetevi: perché battevate le mani? Ci teniamo tutti ad essere accettati, ma dovete credere che i vostri pensieri siano unici e vostri, anche se ad altri sembrano strani e impopolari, anche se il gregge può dire “Non è beeeeene”. Come ha detto Frost: “Due strade trovai nel bosco e io,
    io scelsi quella meno battuta.
    Ed è per questo che sono diverso.” Voglio che troviate la vostra camminata adesso, il vostro modo di correre e passeggiare, in ogni direzione, comunque vogliate, che sia fiero o che sia sciocco, sta a voi.

    L’attimo Fuggente
  • È difficile riconoscere chi segue la corrente spontaneamente.
    Stanislaw Jerzy Lec
  • Chi cammina dietro le tracce di un altro non lascia impronte.
    Proverbio
  • Chi cammina dietro le tracce di un altro non lascia impronte.
  • In parte, la salute mentale è una forma di conformismo.
    John Nash
  • Per dirla nei termini pomposi di uno dei presenti: “Il Cretaceo ha consentito alla nostra consapevolezza senziente di sbocciare sul pianeta”. La risposta di Malcolm era stata immediata: “Che cosa le fa pensare che gli esseri umani siano senzienti e consapevoli? Non ve n’è prova alcuna. Gli esseri umani non pensano mai con la loro testa: lo trovano troppo scomodo. Perlopiù i membri della nostra specie si limitano a ripetere ciò che viene loro detto… e quando si imbattono in punti di vista diversi dai loro, restano sconcertati. Il tratto caratteristico dell’uomo non è la consapevolezza bensì il conformismo, e il risultato sono le guerre di religione. Altri animali lottano per il territorio o per il cibo, mentre gli uomini, unici nel mondo animale, si scontrano per le loro “convinzioni”. Ciò avviene perché sono le convinzioni a guidare il comportamento, che, per gli esseri umani, è importante sotto l’aspetto evolutivo. Ma in un momento in cui il nostro comportamento potrebbe portarci all’estinzione, non vedo ragione alcuna per credere nella nostra consapevolezza. Siamo dei conformisti cocciuti e autodistruttivi. Qualsiasi altra visione della nostra specie è un’illusione dettata dall’autocompiacimento. La prossima domanda, prego”.
    Michael Crichton
  • Il conformismo è la scimmia dell’armonia.
    Ralph Waldo Emerson
  • Quasi tutte le persone sono altre persone. I loro pensieri sono le opinioni di qualcun altro, le loro passioni una citazione, le loro esistenze una parodia.
    Oscar Wilde
  • Non essere altro se non te stesso – in un mondo che fa del suo meglio notte e giorno per renderti un altro – significa combattere la battaglia più ardua che un essere umano possa combattere; non smettere mai di lottare.
    E. Cummings
  • Ridono di me perché io sono diverso. Rido di loro perché sono tutti uguali.
    Kurt Cobain
  • Ridono di me perché io sono diverso. Rido di loro perché sono tutti uguali.
  • Non c’è nulla in questo mondo più istintivamente ripugnante per me che trovarmi d’accordo con gli altri esseri umani.
    Malcolm Muggeridge
  • Non andare dove il sentiero può portare. Vai, invece, dove non c’è il sentiero e lascia una traccia.
    Ralph Waldo Emerson
  • Non basta indossare una giacca frivola per essere dandy. Il dandy è anticonformista e non ortodosso. In questo senso, la definizione di dandy che mi danno, mi piace.
    Gianluca Vacchi
  • La vita ci ha inflitto due condanne: una a morte e una a uno schema prestabilito. Cerchiamo almeno di evitare quest’ultima
    Fragmentarius
  • Che senso di superiorità ti dà non leggere quel libro che stanno leggendo tutti quanti.
    Alice James
  • Che senso di superiorità ti dà non leggere quel libro che stanno leggendo tutti quanti.
  • La strada, il cinema, la tv… sono i luoghi dove si impara a osservare criticamente i gesti ovvi, gli atteggiamenti conformisti, le forme scontate. Per scoprire cosa? Per scoprire che si può fare altro.
    Achille Castiglioni
  • La natura ci ha reso unici, come ha fatto con i fiori e i ciottoli; ma abbiamo paura di essere peculiari, e così la nostra società assomiglia a un sacchetto di biglie, o una serie di candele fatte con lo stesso stampo. Perché dovremmo vestirci tutti allo stesso modo? Il gelo non dipinge le mie finestre due volte allo stesso modo.
    Lydia Maria Child
  • Stasera vi parlerò del glorioso concetto di conformità, della gioia e dell’immenso piacere di vivere in una società uguale a se stessa. […] E in tutto il mondo ci sarà la conformità assoluta! Sappiamo bene che se vogliamo raggiungere un unico obiettivo, un’unica norma, un’unica mentalità, un’unica identità di popolo, un’unica virtù, un’unica morale, un’unica scala di valori, un unico governo, dobbiamo liberarci di tutte le differenze minaccia della conformità! Perché è basilare per la società che noi tutti ci conformiamo ad una norma! Che noi tutti ci conformiamo alla norma! La differenza porta alla confusione! La differenza porta all’anarchia! Conformità: questa è la sola soluzione! Conformismo! Conformità: è la nostra salvezza! E alla fine marceremo assieme verso la felicità! Conformismo! Nessuno deve distinguersi! La bellezza è essere conformi a un solo modello!
    Ai Confini Della Realtà
  • Una vostra azione genuina si spiegherà da sola e spiegherà altre vostre azioni genuine. Il vostro conformismo non spiegherà mai nulla, invece.
    Ralph Waldo Emerson
  • Quando tutti zigano, tu zaga.
    Tom Yobagi
  • Quando tutti zigano, tu zaga.
  • L’uomo che nuota contro la corrente ne conosce la forza.
    Woodrow Wilson
  • I gatti sono animali verso cui ho il massimo rispetto. I gatti e i non conformisti mi sembrano davvero i soli esseri in questo mondo che abbiano una coscienza pratica e attiva.
    Jerome Klapka Jerome
  • Caro Biagi, non faccia il martire, ci risparmi la solita sceneggiata
    Giuliano Ferrara
  • È la pace di colui che si sente in armonia con la massa che lo attornia. Oppure è l’inquietudine, il disagio, lo smarrimento di chi si allontana dalla norma.
    Dino Buzzati
  • Emarginare simboli, isolare contenuti, denigrare persone è arma con cui si induce al conformismo, si smorzano le posizioni scomode, si mortificano i soggetti portatori di una loro testimonianza in favore di valori cui liberamente credono.
    Angelo Bagnasco
  • Non spegnere la tua ispirazione e la tua immaginazione; non diventare schiavo degli schemi.
    Vincent Van Gogh
  • Non spegnere la tua ispirazione e la tua immaginazione; non diventare schiavo degli schemi.
  • Non li ho fatti marciare per deriderli, li ho fatti marciare per illustrare la questione del conformismo; la difficoltà di mantenere le proprie convinzioni di fronte agli altri. Alcuni di voi hanno l’aria di pensare: “Ah, io avrei marciato diversamente!”. Allora chiedetevi: perché battevate le mani?
    John Keating
  • Il principio politico che sta sotto al meccanismo politico è la conformità. L’individuo deve servire un interesse sociale generale, sia che esso venga stabilito da una chiesa o da un dittatore o da una maggioranza. L’individuo può avere un voto e farsi sentire quando si prendon le decisioni, ma se si trova in minoranza, egli deve conformarsi.
    Milton Friedman
  • Un uomo schiacciato dall’avversario può sempre rialzarsi. Un uomo schiacciato dal conformismo è vinto per sempre.
    Thomas J. Watson
  • Una volta che viaggiavo per le campagne del Transkei, fra huts decorose e campi ragionevolmente coltivati, in un’atmosfera agro-pastorale serena e dignitosa, il mio amico Gerry Baldwin, un geologo inglese che aveva vissuto parecchio da quelle parti, mi disse: “Vedi, il nero ha una cultura completamente diversa dalla nostra, se ha un campo lo coltiva solo per quella parte che gli basta, un bianco lo coltiva tutto”. Ecco, in due parole, spiegato lo spirito del capitalismo. È proprio necessario andare a instillare anche ai Felupe, e agli africani in genere, questo spirito? E in nome di che? In nome di Dio? Ma gli africani credono già in Dio, sia pure a modo loro. “Si”, replica padre Fumagalli, “credono in Dio ma non lo conoscono”. Ma forse non è facile riconoscere Dio alla guida di una falciatrice meccanica. Anche perché, forse, non di Dio si tratta, ma del molto meno rispettabile Zio Sam.
    Massimo Fini
  • Ogni volta che vi trovate sul lato della maggioranza, è il momento di fermarsi a riflettere.
    Mark Twain
  • Ogni volta che vi trovate sul lato della maggioranza, è il momento di fermarsi a riflettere.
  • Leggi, ogni giorno, qualcosa che nessun altro legge. Pensa, ogni giorno, qualcosa che nessun altro pensa. Fai, ogni giorno, qualcosa che nessun altro sia abbastanza stupido da fare. È brutto per la mente fare continuamente parte dell’unanimità.
    Christopher Morley
  • Pochissime persone, a questo mondo, riescono a ragionare normalmente. Esiste una tendenza molto pericolosa ad accettare tutto ciò che si dice, tutto ciò che si legge, ad accettare senza mettere in discussione. Solo che è pronto a mettere in discussione, a pensare autonomamente, troverà la verità! Per conoscere le correnti del fiume, chi vuole la verità deve entrare nell’acqua.
    Nisargadatta Maharaj
  • Le relazioni umane sono per lui il conformismo essenzialmente quelle di automi alienati, ognuno dei quali basa la propria sicurezza tenendosi vicino al gregge e non divergendo nel pensiero, nei sentimenti o nell’azione.
    Erich Fromm
  • È una forza tremenda, piú potente dell’atomica.
    Dino Buzzati
  • Quando Grillo va a Sanremo, e spara a zero sul Festival, non fa un atto di coraggio, fa pena. Perché ne diventa, per ciò stesso, un ingranaggio. Lo legittima. Perché con la sua intelligenza, ne accredita l’imbecillità.
    Massimo Fini
  • Le frasi sul conformismo di cui non conosciamo la fonte

  • Non riusciresti a gestirmi nemmeno se ti dessi le istruzioni.
  • Non riusciresti a gestirmi nemmeno se ti dessi le istruzioni.
  • Sii la versione originale di te stesso, non la brutta copia di qualcun altro.
  • Sii la versione originale di te stesso, non la brutta copia di qualcun altro.

Dietro al conformismo c’è molto di più ovvero un modo di essere, di sviluppare la propria personalità e di fare il proprio ingresso nella società. Il discorso cambia quando il conformismo si trasforma in obbedienza, scatenando orrori impressi nella storia, come monito a non perdere mai di vista la linea sottile che separa il conformismo dalla cieca osservanza.

Il conformismo negli adolescenti

Il conformismo è un fenomeno secondo il quale una persona adegua il proprio modo di essere e di comportarsi in base alle mode correnti, agli usi e ai costumi del momento. La mente corre subito ai modi di vestire e di portare i capelli, al frequentare determinati posti oppure all’utilizzo di un certo linguaggio. Si è soliti pensare che il conformismo riguardi solo gli adolescenti: in effetti è così, traducendosi in una forma di ribellione al controllo genitoriale e in un bisogno di far parte di un gruppo di coetanei, a costo di adeguarsi a certe regole o dettami di varia natura. Conformarsi in questo caso è una forma di crescita, tra il mettere alla prova la propria personalità e la necessità di entrare a far parte in qualche modo del mondo adulto. Spesso questi atteggiamenti si rivelano mediamente trasgressivi, con l’uso di qualche droga leggera o di alcool, ma senza sfociare in eccessi che ricadrebbero in sfere ben lontano dal semplice conformismo adolescenziale. Lo stesso Gramsci affermava che il conformismo non è altro che socialità e che ci vuole più coraggio ad adeguarsi agli altri, senza perdere di vista la propria essenza.

La deriva del conformismo

Gli adulti perdono la voglia di conformarsi necessariamente a un gruppo, anche se nessuno che ama la socialità smette davvero di far parte di qualcosa, anche se ciò non comporta un adeguamento della propria personalità.
Certamente nella storia ci sono stati esempi estremi di conformismo ancora oggi per molti inspiegabili: si pensi ad esempio alla Germania del 1932, ovvero uno stato in crisi economica e indebitato in seguito alla Prima Guerra Mondiale.
In questo contesto sociale ha attecchito il pensiero di Hitler, al quale tutti si sono conformati: ci si chiede oggi come è possibile che il popolo abbia accettato la deriva del potere nazista e la spiegazione sta nel fatto che i cittadini semplicemente obbedivano a colui nel quale intravedevano un’autorità che sembrava volere il bene della nazione tedesca, a scapito dei più deboli.

Data di ultima modifica: 12 Novembre 2020

Privacy Preference Center

Cookie Tecnici

Questi cookie sono usati esclusivamente per poterti fornire il servizio di TrovaFrasi

cookie tecnici di trovafrasi

Pubblicità Personalizzata

Profilazione per annunci personalizzati

adsense

Analytics

Other

X