Frasi sulle lodi e per lodare un buon lavoro

Pubblicato il: 26 Maggio 2021
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (9 votes, average: 4,22 out of 5)
lodi e per lodare

Alzi la mano chi non ama le lodi! Il complimento fa piacere a tutti. Suscita il sorriso, riscalda il cuore, incoraggia l’autostima.

Le frasi sulle lodi non solo ci fanno capire quanto sia importante complimentarsi ma ci danno anche qualche spunto per scrivere un messaggio per celebrare un amico.

    Le migliori frasi sulle lodi con autore

  • Il più bel complimento l’ho ricevuto da due giovanissime che, incontrandomi per caso, mi hanno detto in lacrime “grazie per quello che fai per noi ragazze violentate”.
    Barbara D’Urso
  • È da lodare colui che patisce ingiustizia senza adirarsi.
    Italiani
  • Il tatto è l’arte di non lodare quello che è già stato lodato e di non criticare quello che è già stato criticato.
    Mikhail Kuzmin
  • Fa in modo che si veda che stai adulando un uomo, perché ciò che lo lusinga realmente è il fatto che tu pensi che valga la pena lusingarlo.
    George Bernard Shaw
  • Piacere ai prìncipi non è per gli uomini piccola lode.
    Quinto Orazio Flacco
  • Piacere ai prìncipi non è per gli uomini piccola lode.
  • L’umanità ci sta a farsi i complimenti fino a quando non viene uno a dire della loro inutilità. Allora si arrossisce, perché l’amor proprio viene stuzzicato.
    Rocco Scotellaro
  • Può darsi che qualche volta le lodi rovinino un uomo e lo rendano insopportabile. Ma è certo che la loro mancanza uccide sul nascere atti generosi.
    John Masefield
  • Io, prima de fa’ i complimenti alla rai, me devono taglià ‘na palla.
    Corrado Guzzanti
  • Complimenti, hai vinto. Tu sei sul suo piedistallo, ma io sono tra le sue braccia!
    Kimmy Wallace
  • Complimenti, hai vinto. Tu sei sul suo piedistallo, ma io sono tra le sue braccia!
  • E’ più arduo onorare la memoria dei senzanome che non delle grandi personalità. La costruzione storica è devota a dar memoria ai senzanome.
    Walter Benjamin
  • Il problema della maggior parte di noi è che preferiamo essere rovinati dalle lusinghe che essere salvati dalla critica.
    Norman Vincent Peale
  • Non solo noi diveniamo insensibili alla lode, e non mai al biasimo, come dico altrove, ma in qualunque tempo, le lodi di mille persone stimabilissime, non ci consolano, non fanno contrappeso al dolore che ci dà il biasimo, un motteggio, un disprezzo di persona disprezzatissima, di un facchino.
    Giacomo Leopardi
  • Il complimento è un po’ come il bacio attraverso il velo, la voluttà pur nascondendovisi vi mette la sua dolce punta!
    Victor Hugo
  • Si può capire il carattere di una persona dal modo in cui accoglie le lodi.
    Lucio Anneo Seneca
  • Si può capire il carattere di una persona dal modo in cui accoglie le lodi.
  • Non si è perduto niente, quando ci resta l’onore.
    Voltaire
  • E badate che è azione indegna lusingare con le parole e uccidere con l’intenzione: è azione da belva feroce, madre d’inganno e di tradimento.
    Pedro Calderón De La Barca
  • A volte mi sento dire che assomiglio a Grace Kelly. E cerco di tapparmi le orecchie. Sono complimenti troppo altisonanti.
    Rosamund Pike
  • Chi obbedisce alla sua anima può far a meno delle ingiurie come delle lodi.
    Carl Gustav Jung
  • Chi obbedisce alla sua anima può far a meno delle ingiurie come delle lodi.
  • La vita è come una bellissima melodia, solo i testi sono incasinati.
    Hans Christian Andersen
  • Di conseguenza, le opinioni degli uomini su ciò che sia degno di lode o di biasimo sono condizionate da tutte le molteplici cause che ne influenzano i desideri riguardanti l’altrui condotta […]. Dovunque vi sia una classe dominante, la morale del paese emana, in buona parte, dai suoi interessi di classe e dai suoi sentimenti di superiorità di classe.
    John Stuart Mill
  • Ci sarebbe una sorta di ferocia nel respingere indiscriminatamente ogni genere di lode: occorre essere sensibili a quelle che provengono da gente onesta, che sinceramente loda in noi cose lodevoli.
    Jean De La Bruyère
  • La duplice scortesia del lettore nei confronti dell’autore consiste nel lodare il secondo libro di costui a spese del primo (o viceversa) e nel volere che l’autore gliene sia grato.
    Friedrich Nietzsche
  • Il miglior modo di onorare i santi è di imitarli.
    Erasmoda Rotterdam
  • Il miglior modo di onorare i santi è di imitarli.
  • Ingiuriare i farabutti, non è peccato: significa onorare gli onesti, a pensarci bene.
    Aristofane
  • Insegui ciò che ami e finirai per amare ciò che trovi.
    Carlo Collodi
  • Ho fatto come un guerriero che sentendosi lodare per la sua prodezza, pur sapendo benissimo di non essere che un vile, finirebbe col vergognarsi dei complimenti e vorrebbe meritarli.
    Teresa Di Lisieux
  • Il rifiuto delle lodi è un desiderio di essere lodato due volte.
    François De La Rochefoucauld
  • Il rifiuto delle lodi è un desiderio di essere lodato due volte.
  • Giusto è bene, che chi professa una scienza od arte, la stimi e la lodi; ma non è si facilmente da perdonargli, se troppo la stima ed esalta, perché in fine questo è un lodare se stesso col pretesto di contar le glorie della sua professione.
    Ludovico Antonio Muratori
  • Avrei dovuto incontrare Alberto Sordi, ma di lui mi resta solo la sua telefonata per complimentarsi per il mio personaggio del Cipolla che lo faceva divertire.
    Enzo Salvi
  • Ho il numero di telefono di Federer: ci conosciamo da tanti anni, ci sentiamo per felicitazioni, auguri, complimenti. C’è un rapporto cordiale, rispettoso. Quando nel 2009 ha vinto a Parigi, gli ho scritto: ero davvero felice per lui, perché se lo meritava.
    Rafael Nadal
  • “Ma io non so niente” e poi:
    – 30 e lode;
    – corona d’alloro;
    – bacio accademico;
    – contratto con la NASA;
    – chiamata da Papa Francesco.

    _iaci, Twitter
  • Io non conosco verità assolute, ma sono umile di fronte alla mia ignoranza: in ciò è il mio onore e la mia ricompensa.
    Kahlil Gibran
  • Io non conosco verità assolute, ma sono umile di fronte alla mia ignoranza: in ciò è il mio onore e la mia ricompensa.
  • Il più bel complimento ricevuto… Da donna, che sono meglio dal vivo che in tv. Da sindaco, l’incoraggiamento di una suora: mi ha detto di non preoccuparmi, neppure Gesù ha accontentato tutti.
    Letizia Moratti
  • Tesi di laurea col pancione, | 110 e lode con i complimenti della commissione | Brava! Hai fatto un figurone, | ma è proprio adesso che per te si complica la situazione.
    Simone Cristicchi
  • Le armi cedano il posto alla toga, l’alloro militare alla lode.
    Marco Tullio Cicerone
  • Ingiuriare i mascalzoni con la satira è cosa nobile. A ben vedere significa onorare gli onesti.
    Aristofane
  • Ingiuriare i mascalzoni con la satira è cosa nobile. A ben vedere significa onorare gli onesti.
  • La gente si profonde in complimenti e tutto finisce lì. Mi si prenota per questo o per quel giorno; io suono, mi sento dire: ‐ Oh, c’est un prodige, c’est inconcevable, c’est étonnant! ‐ E buona notte.
    Wolfgang Amadeus Mozart
  • Fino a quando gli uomini ti lodano, si può essere sicuri che non si è ancora sul proprio vero cammino, ma su quello di qualcun altro
    Friedrich Nietzsche
  • Azotemia magnifica, glicemia eccezionale, colesterolo delicatissimo, trigliceridi fantastici, urine meravigliose. Complimenti!
    Alfio
  • Tutto è amor proprio nell’uomo e in qualunque vivente. Amabile non pare e non è, se non quegli che lusinga, giova ec. l’amor proprio degli altri.
    Giacomo Leopardi
  • Morendo ci si guadagna la lode di quanti ci sopravvivono, sovente senz’altro merito che quello di non esistere più.
    Jean De La Bruyère
  • Morendo ci si guadagna la lode di quanti ci sopravvivono, sovente senz’altro merito che quello di non esistere più.
  • Le menzogne cortesi, così come le lusinghe, sono spesso troppo trasparenti per favorire seriamente gli interessi di chi le impiega.
    Luigi Barzini Junior
  • Con tutto l’orgoglio di cui siamo gonfi e l’eminente opinione che abbiamo di noi stessi e della bontà del nostro giudizio, è strano che tralasciamo di servircene per sentenziare sul merito altrui. La rinomanza, il favore popolare, quello del Principe, ci travolgono come un torrente: lodiamo ciò che è lodato, molto più di ciò che è lodevole.
    Jean De La Bruyère
  • Trovo che il dolore di una piccola critica, anche se infondata, è più acuto del piacere di molte lodi.
    Thomas Jefferson
  • È un grande segno di mediocrità lodare sempre moderatamente.
    Luc De Clapiers De Vauvenargues
  • È un grande segno di mediocrità lodare sempre moderatamente.
  • Quando attorno a un uomo ci sono dieci che gli fanno lode sicuramente ci sono dei falsi. Ma ancora più sicuramente c’è uno sciocco: infatti è colui che non si insospettisce per i troppi elogi.
    Lucio Anneo Seneca
  • Non onorare la vecchiaia, è demolire la casa dove ci si deve addormentare la sera.
    Alphonse Karr
  • – Ti sembra possibile che un giorno mi abbiano considerata attraente?– È possibile.– Speravo in un complimento. – Non sono il mio forte.– Cosa?– I complimenti alle donne. Non ne ho incontrata una che non sapesse se era bella o no senza che glielo dicessi.
    Un Tram Che Si Chiama Desiderio
  • Non certo per un solo motivo, poi, sarebbero da lodare le opere dei ragni, che sono un modello comune per le tele delle donne e per le reti dei pescatori.
    Plutarco

La lode non fa bene soltanto ai bambini ma anche agli adulti che vivono in un mondo fatto di dubbi e incertezze. Complimentarsi con qualcuno significa dargli fiducia, mitigarne le paure di fronte alle difficoltà e aiutarlo a credere in se stesso. Tutti questi elementi sono le premesse per una vita ricca di soddisfazioni e per la costruzione di uno stato d’animo perfetto per attraversare le stagioni della vita. Semplice da utilizzare quando tutto va bene, il complimento diventa il viatico per la resilienza. Nei momenti in cui la vita appare come una tempesta senza senso, la lode diventa il lasciapassare per la propria consapevolezza.

Sentirsi apprezzati è un bisogno umano fondamentale ma non solo. Gli scienziati hanno scoperto che ricevere un complimento stimola la corteccia cerebrale che diventa più pronta e reattiva nell’apprendere nuove abilità motorie e comportamenti. La lode segnala all’altra persona che il suo comportamento o il suo lavoro sono stati apprezzati; una buona premessa che incoraggia l’atro a ripetere quella stessa azione nel tempo. Una lode, magari fatta con una citazione famosa, è anche un bel modo per rompere il ghiaccio e iniziare una conversazione, annullando o almeno riducendo l’iniziale distanza.

Il bello della lode e del complimento è che agiscono su un doppio binario perché non fanno bene soltanto a chi li riceve ma anche a chi li fa. Tessere le lodi di qualcuno abitua ogni individuo a guardarsi intorno e cogliere il bicchiere mezzo pieno. È un allenamento costante e intensivo che permette di cogliere a lungo andare le cose belle che ci circondano, a scorgere un alito di positività e di candore perfino nelle situazioni più complicate. Fin dalla notte dei tempi, la natura umana si è concentrata sul negativo. Sembra quasi un fatto atavico, che ci si porta dietro dalle origini dell’uomo sulla terra. Si nota sempre quello che manca, quello che non si è raggiunto piuttosto che l’aspetto positivo, il guizzo di speranza.

Suscitare il sorriso nelle altre persone regala una scarica di endorfine che accrescono la voglia di fare, la fiducia, la sensazione che in fondo la vita ci può regalare qualche bella sorpresa, magari nascosta dietro un angolo. Ma come si fa una lode? Non basta dire grazie o ottimo lavoro. È necessario che la sensazione positiva sia spiegata con le parole giuste, capaci di attraversare indenni la naturale diffidenza umana per depositarsi nell’universo dei ricordi, il luogo più intimo della nostra mente.

Data di ultima modifica: 26 Maggio 2021
X