Le frasi sulle superstizioni e le credenze popolari

Pubblicato il: 7 Febbraio 2020
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (8 votes, average: 4,38 out of 5)
frasi sulle superstizioni

Non è vero ma ci credo. Alzi la mano chi non abbia mai pronunciato una frase simile.

Le frasi sulle superstizioni ci raccontano del mondo delle credenze popolari e del concetto di fortuna e sfortuna presenti nella società.

    Le migliori citazioni sulle superstizioni con autore

  • I superstiziosi che hanno imparato più a biasimare i vizi che a insegnare le virtù e che cercano non di guidare gli uomini con la ragione, bensì di contenerli con la paura in modo che fuggano il Male piuttosto che amare le virtù, non tendono ad altro che a rendere gli altri miseri come essi stessi e perciò non è sorprendente se per lo più sono molesti e odiosi agli uomini.
    Baruch Spinoza
  • L’uomo può credere all’impossibile, ma non crederà mai all’improbabile.
    Oscar Wilde
  • La superstizione, l’idolatria e l’ipocrisia percepiscono ricchi compensi, mentre la verità va in giro a chiedere l’elemosina.
    Martin Lutero
  • Ciò che crediamo vero, ciò che crediamo possibile, diviene quel che è vero e quel che è possibile.
    Tony Robbins
  • Credo perché è assurdo.
    Tertulliano
  • Credo perché è assurdo.
  • L’insistenza sulla chiarezza a tutti i costi è basata su una mera superstizione sul modo in cui funziona l’intelligenza umana.
    Alfred North Whitehead
  • La filosofia e il sole si assomigliano, entrambi devono cacciare la notte ‐ la notte fisica e la notte della mente ‐ quella che fa vivere l’uomo annegato in un oceano di superstizione.
    Susanna Tamaro
  • La Chiesa, che per prima ha il compito di soddisfare questi bisogni
    Max Planck
  • Esporsi al giudizio di una comunità è un atto nobile e umile, ma se la comunità è così fortemente dominata dalla menzogna e dalla superstizione, quanto vale il suo giudizio? Antigone ebbe il privilegio di ribellarsi alle leggi. Ma come ci si ribella all’ illegalità?
    Michele Serra
  • La superstizione porta sfortuna.
    Umberto Eco
  • La superstizione porta sfortuna.
  • Nulla ha significato se non quello che gli attribuiamo noi.
    T. Harv Eker
  • Essere superstiziosi è da ignoranti, ma non esserlo porta male.
    EduardoDe Filippo
  • Ho solo una superstizione. Mi assicuro di toccare tutte le basi quando faccio home run.
    Babe Ruth
  • L’ingegno può coesistere con le superstizioni più grossolane.
    Paul Valéry
  • L'ingegno può coesistere con le superstizioni più grossolane.
  • Deggio dirvi che nello scrivere
    Cesare Beccaria
  • Le superstizioni sono la vera religione del popolo, mica il cattolicesimo o l’islamismo!
    Aldo Busi
  • È una delle superstizioni dello spirito umano aver immaginato che la verginità potesse essere una virtù.
    Voltaire
  • La superstizione sembra stabilire che è buono quel che procura Tristezza e, viceversa, cattivo quel che procura Gioia.
    Baruch Spinoza
  • Nessuno è più superstizioso degli scettici.
    Lev Tolstoj
  • Nessuno è più superstizioso degli scettici.
  • L’unica cosa che penso della superstizione è che porta male essere indietro alla fine della partita.
    Bill Russell
  • Tutto è ignoto: un enigma, un inesplicabile mistero. Dubbio, incertezza, sospensione di giudizio appaiono l’unico risultato della nostra più accurata indagine.
    David Hume
  • Ci affidiamo alle superstizioni perché siamo abbastanza intelligenti da sapere che non abbiamo tutte le risposte.
    Grey’s Anatomy
  • La superstizione è la religione degli spiriti deboli.
    Edmund Burke
  • La superstizione è la religione degli spiriti deboli.
  • Certamente felice sarebbe la nostra età, se potessimo vedere la religione stessa libera anche da ogni superstizione.
    Baruch Spinoza
  • Ciò in cui un individuo crede, quel che ritiene possibile o impossibile, determina in larga misura quello che può o non può fare.
    Tony Robbins
  • Ora erano penetrati in me certi bacilli che diremo dell’ignoranza, della volgarità, della liberalità, della democrazia sciamannata; ed è forse perciò, se non anche per il ricordo del più infelice e tetro de’ miei congiunti, ch’io dovevo poi preferire nella vita la gente indotta, la cara superstizione.
    Marino Moretti
  • Se gli uomini fossero in grado di governare secondo un preciso disegno tutte le circostanze della loro vita, o se la fortuna fosse loro sempre favorevole, essi non sarebbero schiavi della superstizione.
    Baruch Spinoza
  • La realtà non è altro che un punto di vista. Una volta cambiato, la mia realtà cambierà in meglio.
    Zig Ziglar
  • La realtà non è altro che un punto di vista. Una volta cambiato, la mia realtà cambierà in meglio.
  • La superstizione reca in sé qualche immagine della pusillanimità.
    Michel De Montaigne
  • La facilità con cui gli uomini si lasciano irretire da ogni genere di superstizione è pari soltanto alla difficoltà di renderli costanti in uno solo di tali generi; anzi, poiché l’uomo del volgo vive sempre in uno stato di infelicità, esso non trova mai durevole soddisfazione e soltanto lo seduce ciò che ha sapore di novità e che non si è ancora rivelato illusorio.
    Baruch Spinoza
  • Quando cala la fede aumenta la superstizione.
    Gabriele Amorth
  • È pericoloso credere e pericoloso non credere.
    Fedro
  • È pericoloso credere e pericoloso non credere.
  • Non mi va di parlare del futuro, sono scaramantica, tremendamente superstiziosa. Ma vi assicuro che ho dei piani superprecisi.
    Eva Mendes
  • La superstizione è un’idea contaminata dall’emozione o dalla suggestione, un’ipotesi che produce timore, un timore che avvilisce e distrugge, inquantoché si crede sì che Dio esista, ma che sia ostile e dannoso.
    Plutarco
  • La superstizione assorbe quasi sempre le attenzioni, l’ammirazione e le finanze dei popoli. Essi hanno una religione molto costosa; ma non hanno denaro, né istruzione, né virtù, né felicità.
    Paul Henri Thiry D’Holbach
  • Magia: arte di trasformare la superstizione in denaro.
    Ambrose Bierce
  • E’ dunque il timore la causa che genera, mantiene ed alimenta la superstizione.
    Baruch Spinoza
  • E' dunque il timore la causa che genera, mantiene ed alimenta la superstizione.
  • Io non credo nella magia, sono soltanto un mucchio di stupide superstizioni.
    Dal Film I Predatori Dell’Arca Perduta
  • La cosa più veloce fu però sempre una sola: il fulmine. Il timore superstizioso del fulmine, dal quale non c’è difesa, è ampiamente diffuso.
    Elias Canetti
  • La superstizione è sostenuta esclusivamente dalla speranza, dall’odio, dall’ira e dall’inganno, dato che essa trae la sua origine non dalla ragione, ma dalla sola sensibilità e per di più da una appassionata sensibilità.
    Baruch Spinoza
  • Credo in tutto finché non è provato il contrario.
    John Lennon
  • Credo in tutto finché non è provato il contrario.
  • L’origine di certe superstizioni è spesso connessa all’intenzione di attribuire avvenimenti avversi a cause specifiche.
    Fausto Cercignani
  • Siete ancora così sprofondati nella superstizione, così aggrappati a oscure fedi preistoriche, da creder nei fatti? Non vi fidate dell’intuizione?
    Gilbert KeithChesterton
  • La sicurezza è perlopiù una superstizione. Non esiste in natura, né i cuccioli di uomo riescono a provarla. Evitare il pericolo non è più sicuro, sul lungo periodo, che esservi esposti apertamente. O la vita è una avventura da vivere audacemente, oppure è niente.
    Helen Keller
  • È una superstizione infantile dello spirito umano che la verginità sia considerata una virtù e non la barriera che separa l’ignoranza dalla conoscenza.
    Voltaire
  • L’ambiente può essere il più potente generatore di convinzione, ma non è l’unico.
    Tony Robbins
  • L'ambiente può essere il più potente generatore di convinzione, ma non è l'unico.
  • Non posso parlare per l’intero pianeta, ma di sicuro c’è un grande divario tra Nord e Sud del mondo. Povertà, ignoranza, pregiudizi, tradizioni patriarcali impediscono spesso ai Paesi del Terzo Mondo di far nascere una cultura della salute tra le loro donne. Pensiamo solo alle superstizioni ancora presenti in alcune zone dell’Africa dove credenze popolari e tabù non consentono all’altra metà del cielo di studiare o di farsi visitare da un medico uomo.
    Lilli Gruber
  • Venuta per rinnovare il mondo, fra i tanti mali che la rivoluzione francese voleva distruggere ‐ tirannide, superstizione, privilegi ereditari e di classe ‐ la guerra teneva uno dei primi posti.
    In tutto quel periodo che fu la preparazione intellettuale della rivoluzione, dall’abate Saint-Pierre a Diderot, da Voltaire a Rousseau, i grandi pensatori, i poeti e gli economisti, nell’Enciclopedia e col teatro, col romanzo e colla satira, avevano gli uni stimmatizzato, gli altri anatomizzato la guerra, condannandola come la massima piaga e ad un tempo l’onta maggiore dell’Umanità, e causa principale del dispotismo dei re.

    Ernesto Teodoro Moneta
  • Non è vero, ma ci credo.
    Benedetto Croce
  • Se capisco che in un particolare momento della mia attività sono stanco, e magari decido di dormire prima dello spettacolo, è sicuro che se la serata andrà bene, allora dormirò prima di tutte le successive! Questo non è essere superstiziosi, è qualcosa che ha a che fare con una ricerca del giusto assetto nelle diverse situazioni che capitano.
    Roberto Bolle

Superstizione: realtà o fantasia?

La superstizione, presente nell’animo dell’uomo sin dal suo venire al mondo millenni fa, rappresenta l’insieme di tutte quelle credenze o pratiche rituali che anticamente sembravano legate ai culti pagani, in netta antitesi con quelli cristiani e ortodossi. La superstizione, oggi, ha perso parte della sua connotazione strettamente religiosa ed è diventata sinonimo di un ambiente culturale piuttosto arretrato, permeato da fantasie e credenze legate al mondo dell’occulto, del sovrannaturale e del fantastico. Ovviamente, la superstizione si scontra dal punto di vista ontologico proprio con la religione: laddove quest’ultima, infatti, è legata indissolubilmente alla parola, al Verbo di Dio, ai miracoli compiuti da Gesù prima e per l’intercessione dei Santi poi, la superstizione è avvertita come qualcosa di negativo, di misterioso e tenebroso, ammantato da un velo di magia e stregoneria.

Come nasce la superstizione

Se volessimo capire qualcosa di più sull’origine della superstizione e sulla sua diffusione, non possiamo che partire proprio dall’etimologia stessa del termine. Esso, infatti, deriva da quello latino “superstitiònem”, volto a indicare chi, in modo patologico e ossessivo, trascorre la propria vita pregando, invocando Dio e i Santi affinché proteggano i propri cari. Da questa prima definizione, a ben vedere, potrebbe derivare il carattere sovrannaturale che pare accompagnare la superstizione. Ma come si è arrivati, poi, a ritenere che il gatto nero che ci taglia la strada sia di malaugurio o che passare sotto a una scala sia simbolo di un avvenire infausto? Le spiegazioni potrebbero essere tante e tutte egualmente convincenti. Tradizionalmente, però, la valenza della superstizione risiederebbe proprio in ciò: sperare di “farla franca”, confidando unicamente nel soprannaturale, senza agire in alcun modo, mantenendo un atteggiamento pavido nei confronti della vita. Ma ciò non può esser assolutamente definito superstizione! Una mente illuminata, magari scaramantica sì ma pienamente consapevole della propria intelligenza, sa benissimo che molte di quelle che vengono considerate superstizioni non sono che schiocche credenze, prive di alcun fondamento. Certo, ci piace sbirciare di nascosto l’oroscopo ma non ci illudiamo che possa davvero condizionare la nostra vita. Inoltre, amiamo circondarci di simboli portafortuna pur sapendo che il nostro destino è solo nelle nostre mani. Quindi, va bene essere superstiziosi ma non perdiamo mai di vista cosa è davvero importante!

Data di ultima modifica: 7 Febbraio 2020

Privacy Preference Center

Cookie Tecnici

Questi cookie sono usati esclusivamente per poterti fornire il servizio di TrovaFrasi

cookie tecnici di trovafrasi

Pubblicità Personalizzata

Profilazione per annunci personalizzati

adsense

Analytics

Other