Frasi sugli alcolici: la fonte della verità

Pubblicato il: 14 Giugno 2021
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (16 votes, average: 3,75 out of 5)
alcolici

Alcuni li annoverano tra i piaceri della vita, un’arte che fa parte delle delizie della tavola, altri, invece, li reputano una dipendenza dannosa per la salute al pari di cannabis o cocaina. Sono gli alcolici, uno dei fondamenti della nostra società, importanti anche dal punto di vista economico.

Le frasi sugli alcolici ci raccontano del ruolo che l’alcool ha nella nostra società.

Gli studi addossano all’alcol ogni genere di colpe, ma bere, ovviamente con moderazione, può apportare dei benefici. Certa, ad esempio, è l’azione vasodilatante e antiossidante del vino che ne fa un valido strumento di prevenzione di alcune malattie. Gli alcolici si possono degustare sia come aperitivo che come digestivo, l’importante è che la degustazione si svolga in un ambiente tranquillo e che, a prescindere dalla bevanda scelta, si beva a piccoli sorsi cercando di percepire ogni dettaglio sensoriale.

Gli alcolici si dividono in due categorie: bevande fermentate (vino, birra, sidro) e bevande distillate (acquaviti o superalcolici). Tutti gli alcolici contengono alcol etilico, anche detto etanolo, un liquido incolore, molto volatile e infiammabile, che si forma per effetto della fermentazione degli zuccheri. Tali zuccheri, in presenza di funghi microscopici, i saccaromiceti, che secernono enzimi, vengono trasformati in alcol etilico. Durante questo processo si sviluppa un gas, l’anidride carbonica, in modo così tumultuoso che la massa liquida sembra bollire. Il vocabolo alcol proviene dall’arabo al-Kuhl, che indicava una polvere utilizzata per medicare gli occhi oppure per tingersi le ciglia e le sopracciglia. La cultura degli alcolici, e del vino in particolare, è nata nel 6000 a.C. circa, come dimostrano le giare ritrovate in un sito archeologico in Georgia che rappresentano il più remoto esempio di coltivazione della vite allo scopo di produrre vino. Il primato del brindisi più antico spetta a Gadachrili Gora, 50 km a sud della capitale Tbilisi.

Poiché i rischi associati all’alcol sono enormi, è necessario tenerne a bada il consumo. Una piccola dose di alcolici provoca sensazioni piacevoli, dà un senso di euforia, rende più loquaci e fa sentire meno il freddo e la fatica. In realtà tutti questi effetti apparentemente positivi sono dovuti al diminuito controllo che la corteccia cerebrale esercita sui centri nervosi sottostanti. La stessa sensazione di caldo è illusoria: infatti non è che l’organismo bruci più sostanze ricavandone energia, ma si instaura, per effetto dell’alcol, una dilatazione dei piccoli e numerosi vasi cutanei con conseguente dispersione di calore. Purtroppo è frequente che un clochard ubriaco, d’inverno, si addormenti su una panchina e che muoia nella notte per assideramento.

Data di ultima modifica: 14 Giugno 2021
X