Frasi sulla modernità: cosa significa “essere moderni”?

Pubblicato il: 24 Ottobre 2019
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (17 votes, average: 3,88 out of 5)
frasi sulla modernità

Moderno e antico, due opposti affascinanti, ciascuno per motivi ben precisi.
La modernità è il risultato dell’innovazione tecnologica che ha portato un grande cambiamento nella società, approvato ed apprezzato da molti, ma anche temuto dai più conservatori.
Aiutata da diversi fattori, la modernità ha rappresentato una rapidità di crescita e di cambiamenti che non ha permesso agli individui, o ad alcuni di essi, di seguirne il passo.

Le frasi sulla modernità ci raccontano a parola cosa significa essere moderni.

    Le migliori citazioni sulla modernità con autore

  • Il vero guaio della guerra moderna è che non dà a nessuno l’opportunità di uccidere la gente giusta.
    Ezra Pound
  • Mostratemi un politico moderno che non capisce Internet e vi mostrerò un perdente.
    Gianroberto Casaleggio
  • La modernità, che a mio avviso si costituisce in un processo sostanzialmente unitario da Spinoza a Marx (passando per Kant e per Hegel), è invece caratterizzata da una consapevole ripresa del logos razionale e dialogico autosufficiente (non asservito cioè alla razionalizzazione della teologia monoteistica cristiana, ebraica e musulmana).
    Costanzo Preve
  • La causa fondamentale del problema è che nel mondo moderno gli stupidi sono arroganti, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi.
    Bertrand Russell
  • Non venerare la modernità, è di plastica,
    negli anni Trenta la modernità era la svastica.

    Caparezza
  • Non venerare la modernità, è di plastica,  negli anni Trenta la modernità era la svastica.
  • L’usanza comune a molti letterati di disprezzare il mondo moderno è una maniera dissimulata di presumersi degni di un altro migliore.
    Aristide Gabelli
  • Quando il Moderno si presenta come “il nuovo” assoluto, in verità è già decrepito.
    Fabio Mussi
  • L’operaio di una città moderna usufruisce, oggi, di un benessere materiale superiore a quello di un nobile dei secoli scorsi.
    Ignazio Silone
  • Un filosofo moderno che non ha mai una volta sospettato di essere un ciarlatano deve essere una mente così poco profonda che il suo lavoro non vale probabilmente la pena di essere letto.
    Leszek Ko?akowski
  • Il tatuaggio ha un profondo significato. La superficialità dell’uomo moderno.
    Anthony Daniels
  • Il tatuaggio ha un profondo significato. La superficialità dell’uomo moderno.
  • L’uomo moderno pensa di perdere qualcosa − del tempo − quando non fa le cose in fretta; però non sa che fare del tempo che guadagna, tranne ammazzarlo.
    Erich Fromm
  • La sinistra deve fondare la propria identità sul mutamento e sulla capacità di tenere insieme modernità e diritti. È quello il campo della sfida: vince chi ha la proposta più convincente.
    Piero Fassino
  • Essere moderno non significa possedere uno smartphone, ma poter decidere di poterlo spegnere
    Insopportabile, Twitter
  • La modernità nasce su due paradigmi. La singolarizzazione, cioè l’individuo in sé e il funzionalismo.
    Pietro Barcellona
  • La modernità nasce su due paradigmi. La singolarizzazione, cioè l'individuo in sé e il funzionalismo.
  • Il paradosso della modernità è che, più uno diffida di chi e di ciò che conosce, più si lascia intortare dal primo che passa.
    Massimo Gramellini
  • In realtà, non vediamo come la «vita sociale» nel significato prettamente profano inteso dai moderni, possa avere dei legami con la spiritualità, a cui, al contrario, non apporta che impedimenti; essa ne aveva invece quando si integrava in una civiltà tradizionale, ma è precisamente lo spirito moderno che li ha distrutti, o che mira a distruggerli là ove essi ancora esistono; e quindi cosa mai ci si può attendere da uno «sviluppo» il cui tratto caratteristico è proprio di andare all’opposto di ogni spiritualità?
    René Guenon
  • La pubblicità è il moderno surrogato della discussione: la sua funzione è far apparire migliore ciò che è pessimo.
    George Santayana
  • Ogni passo avanti, ogni forma di dinamismo comporta qualcosa di satanico: il «progresso» è l’equivalente moderno della Caduta, la versione profana della dannazione.
    Emil Cioran
  • Non possiamo fermare la modernità, ma non possiamo nemmeno subirla in modo passivo.
    Giulio Tremonti
  • Non possiamo fermare la modernità, ma non possiamo nemmeno subirla in modo passivo.
  • La felicità dell’uomo moderno: guardare le vetrine e comprare tutto quello che può permettersi, in contanti o a rate.
    Erich Fromm
  • Le inquadrature tipiche di Mixer sono di una modernità assoluta e non si riesce ad andare oltre. E’ come il taglio di Fontana. C’è un prima e un dopo.
    Giovanni Minoli
  • Modernità non consiste nell’adottare quattro mobili quadrati.
    Gio Ponti
  • L’intelligenza moderna è femminile.
    Philippe Starck
  • L'intelligenza moderna è femminile.
  • La televisione è un anestetico per il dolore del mondo moderno.
    Astrid Alauda
  • Il più grande errore moderno non è l’annuncio della morte di Dio, ma l’essersi persuasi della morte del diavolo.
    Nicolás Gómez Dávila
  • Il programma della modernità si inceppa proprio in quella che è, sin dall’inizio, la sua idea portante: la capacità della ragione umana.
    Sergio Lanza
  • Ha tutte le caratteristiche di un politico moderno. È passato attraverso tutti i partiti.
    Goran Mrakic
  • Il moderno invecchia; il vecchio ritorna di moda.
    Leo Longanesi
  • Il moderno invecchia; il vecchio ritorna di moda.
  • La prostata è il grosso problema dell’anziano moderno.
    Paolo Sorrentino
  • Se un’idea è più moderna di un’altra è segno che non sono immortali né l’una né l’altra.
    Carlo Emilio Gadda
  • La modernità si è compiaciuta di mostrare che il dono gratuito è uno degli eventi più rari nella vita umana.
    Pierpaolo Donati
  • Considero il jazz la matrice di tutti i generi musicali moderni.
    Raphael Gualazzi
  • Considero il jazz la matrice di tutti i generi musicali moderni.
  • Questa fredda notte d’inverno meglio esser buco che uomo moderno.
    Furio
  • Solo i moderni possono diventare sorpassati.
    Oscar Wilde
  • Moderno è l’uomo che pensa con il cervello proprio, non per ispirazione e autorizzazione di un’autorità religiosa o politica.
    Alberto Savinio
  • Essere lasciati soli è la cosa più preziosa che si può chiedere al mondo moderno.
    Anthony Burgess
  • Tutto ciò che è moderno viene prima o poi superato.
    Oscar Wilde
  • Tutto ciò che è moderno viene prima o poi superato.
  • Il capitalismo moderno è la combinazione di questi due elementi: l’invenzione di bisogni e l’infantilizzazione della società adulta.
    Federico Rampini
  • La moderna astronomia dimostra quanto vere fossero le intuizioni di Galileo.
    Margherita Hack
  • La modernità, come noi la intendiamo, si caratterizza come il tempo storico in cui hanno luogo processi volti alla realizzazione di un eguagliamento tendenzialmente universale.
    Alberto Burgio
  • L’uomo moderno comunica spesso più con il suo mouse che con la sua lingua.
    Paul Carvel
  • L’uomo moderno comunica spesso più con il suo mouse che con la sua lingua.
  • Il mondo moderno è personale, la gente vuole sapere cose intime.
    Nigella Lawson
  • Dunque, nuovo indizio: i barbari usano una lingua nuova. Tendenzialmente più semplice. Chiamiamola: moderna.
    Alessandro Baricco
  • Bisognerebbe leggere tutto. Più della metà della cultura moderna dipende da ciò che non si dovrebbe leggere.
    Oscar Wilde
  • Il fanatismo moderno cresce in proporzione alla quantità di contraddizioni e insensatezze che versa nelle gole della ingenue moltitudine, oltre al gergo e al misticismo che offre alla loro meraviglia e incredulità.
    William Hazlitt
  • La lettura del giornale è la preghiera del mattino dell’uomo moderno.
    Georg Wilhelm Friedrich Hegel
  • La lettura del giornale è la preghiera del mattino dell’uomo moderno.
  • La Medicina moderna ha fatto veramente enormi progressi: pensate a quante nuove malattie ha saputo inventare.
    Enzo Jannacci
  • La mentalità moderna, quindi, è tale da non poter sopportare alcun segreto e nemmeno delle riserve; cose del genere, poiché ne ignora le ragioni, le appaiono soltanto come «privilegi» istituiti a vantaggio di qualcuno, ed essa non può più soffrire alcuna superiorità; se si volesse tentare di spiegarle che i cosiddetti «privilegi» hanno un loro reale fondamento nella natura stessa degli esseri sarebbe fatica sprecata, poiché è proprio questo che il suo «egualitarismo» ostinatamente nega.
    René Guenon
  • Questa tragedia grandiosa che chiamiamo arte moderna.
    Salvador Dalì
  • Lo stato moderno non ha più nient’altro che diritti: non riconosce più i doveri.
    Georges Bernanos

L’avvento dell’energia elettrica, con tutti i progressi che ha agevolato, ha consentito un rapido incremento della modernità intesa come innovazione in tutti i campi. I cambiamenti repentini hanno reso evidente il concetto di modernità, ma hanno anche spiazzato coloro che non riuscendo a procedere di pari passo con le novità, si sono trovati a desiderare di rimanere ancorati ad un passato meno convulso e più rassicurante.

Chi ha temuto l’avvento della modernità si è preoccupato della perdita dei valori, della frenesia che una vita troppo moderna avrebbe imposto alle relazioni umane, ma anche della globalizzazione e della prevaricazione di alcune categorie su altre.
Non si tratta di timori infondati, ma il progresso non si può arrestare e comunque, per molti versi, la modernità ha semplificato di molto la vita quotidiana.
Modernità può essere uno stile di vita, tecnologico, avveniristico, quasi senza legami visibili col passato, oppure si può intendere come un modo di vivere molto moderno, ma con diverse concessioni ad abitudini, tradizioni e ricordi.

C’è chi teme che la modernità possa far dimenticare valori e buoni sentimenti e quindi cerca di tenersene lontano, ma la vita in società non permette un vero distacco da tecnologie e innovazioni.
Il rischio è quello di rimanere esclusi e tagliati fuori dalle più comuni azioni ed anche dagli avvenimenti a cui interesserebbe prendere parte.
Il concetto di modernità non può avere una definizione precisa. Moderno è ciò che è adesso, quindi si tratta di un concetto in continua evoluzione. Tutto ciò che è moderno è attuale, ma è anche orientato al futuro e al domani.
Accettare la modernità, o, se si preferisce, il progresso, è una necessità dell’uomo che si è sempre evoluto cercando di migliorare il tenore di vita, consapevole di dover rinunciare ad alcuni benefici derivanti da un’esistenza molto meno frenetica e più pacata.
Il giusto equilibrio tra modernità e valori del passato può rappresentare la strada vincente per continuare il cammino in avanti senza perdere preziose esperienze.

Data di ultima modifica: 24 Ottobre 2019

Privacy Preference Center

Cookie Tecnici

Questi cookie sono usati esclusivamente per poterti fornire il servizio di TrovaFrasi

cookie tecnici di trovafrasi

Pubblicità Personalizzata

Profilazione per annunci personalizzati

adsense

Analytics

Other