Frasi sull’Asia, multiculturale & spirituale

Pubblicato il: 28 Febbraio 2020
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (14 votes, average: 3,86 out of 5)
frasi sull'asia

Lontana, immensa e attraente, l’Asia è un continente che affascina in modo coinvolgente alcune persone e viene totalmente ignorato da altre.

Le frasi sull’Asia ci raccontano e ci fanno scoprire terre che ha noi sembrano così lontane e che per questo ci affascinano.

    Le migliori citazioni sull’Asia con autore

  • Ogni notte, quando vado a dormire, muoio. E il mattino dopo, quando mi sveglio, sono rinato.
    Mahatma Gandhi
  • Non ci sono avversari più grandi di yin e yang, perché nulla in Paradiso o sulla Terra li sfugge. Ma non è lo yin e lo yang a farlo, è il tuo cuore che lo rende così.
    Zhuangzi
  • La Cina è un mostro: internet bloccato, dissidenti arrestati. È così ricca che potrebbe comprarsi metà della Terra. Tutto questo m’inquieta e mi preoccupa.
    Herta Müller
  • La vodka scorre nelle vene russe al posto del sangue.
    Demetrio Volcic
  • L’India ha due milioni di dei, e li adora tutti. Nella religione le altre nazioni sono delle miserabili; l’India è l’unica milionaria.
    Mark Twain
  • La vita è davvero semplice, ma noi insistiamo nel renderla complicata.
    Confucio
  • La vita è davvero semplice, ma noi insistiamo nel renderla complicata.
  • Il Giappone esce dal mare. Il mare l’ha respinto come una conchiglia di madreperla. Il mare conserva il diritto di distruggerlo e di riprenderselo.
    Jean Cocteau
  • Quel paese del cavolo, dove bisogna passare i propri giorni a rispettare gli obblighi! E così, si finisce per invecchiare…
    Gourmet
  • Ma no, ragazzo mio. Ruth Benedict è stata la prima a dire che le inibizioni dei giapponesi nascono dalla vergogna e non dal senso di colpa, cosa difficilissima da capire per un occidentale che dal senso di colpa è governato.
    Bruce Benderson
  • Quando lo yang ha raggiunto il suo massimo, esso si ritrae in favore dello yin; quando lo yin ha raggiunto il suo massimo, esso si ritrae in favore dello yang.
    Wang Ch’ung
  • Morire, in Tibet è un arte.
    Don DeLillo
  • La tua vita è l’armonia in cui si fondono yin e yang.
    Chuang-tzu
  • La tua vita è l’armonia in cui si fondono yin e yang.
  • L’idea di rafforzare lo yang attingendo allo yin è sbagliata. Chi promette di cibarti di immortalità, ti inganna con vane parole.
    Chuang Tzu
  • Il Tao generò l’Uno, l’Uno generò il Due, il Due generò il Tre, il Tre generò le diecimila creature. Le creature voltano le spalle allo yin e volgono il volto allo yang, il ch’i infuso le rende armoniose.
    Laozi
  • La pratica dello Yoga ci porta faccia a faccia con la straordinaria complessità del nostro proprio essere.
    Sri Aurobindo
  • Se fossi un inglese, dovrei stimare l’uomo che ha consigliato una guerra con la Cina ad essere il nemico più grande del mio paese. Voi sareste stati battuti alla fine, e forse sarebbe seguita una rivoluzione in India.
    Napoleone III
  • Tutte le creature portano lo yin sulle spalle e lo yang tra le braccia; il soffio vuoto ne fa una miscela armoniosa.
    Laozi
  • Poiché la vita e la morte sono una cosa sola, come il fiume e il mare.
    Khalil Gibran
  • Poiché la vita e la morte sono una cosa sola, come il fiume e il mare.
  • Vi sono cento porte per entrare in India, e nemmeno una per uscirne.
    Ferdinand De Lanoye
  • Nelle infime strade di Singapore si può acquistare un gorilla, una leonessa, un pitone di quattordici metri, un cobra, uno di quei tapiri senza zanne né unghie né veleno ma di una tale bruttezza, di una tale sporcizia che nessuna bestia li vorrebbe in pasto.
    Jean Cocteau
  • Da quando è stato invaso dalla Cina, negli anni Cinquanta, il Tibet subisce una delle più brutali persecuzioni religiose del secolo. Dei 7000 monaci che 40 anni fa ospitava il monastero di Drepung, per esempio, oggi ne rimangono appena 500.
    Jeffrey Fleishman
  • Nel Tibet tutto viene deciso dall’astrologia, dall’acquisto di un yak alle carriere dei singoli individui.
    Lobsang Rampa
  • Nel Tibet, ove si dice non esistano limiti ai segreti del passato e del futuro.
    Luciano Gianfranceschi
  • Lo Yoga è unità, identità, omogeneità, unicità e similarità con Dio.
    Swami Sivananda Saraswati
  • Lo Yoga è unità, identità, omogeneità, unicità e similarità con Dio.
  • Nagarjuna fu uno dei più grandi Maestri che l’India abbia mai prodotto, del calibro del Buddha, Mahavira e Krishna. E Nagarjuna era un genio raro. A livello intellettuale non esiste paragone possibile con nessun altro al mondo. Capita raramente un intelletto così acuto e penetrante.
    Osho Rajneesh
  • Le guerre nel Tibet possono essere paragonate a una partita a scacchi. Se il re viene eliminato, la partita è vinta.
    Lobsang Rampa
  • È un’irritante ironia che le classi ricche nel ricco occidente tollerino magiche cure indù [l’ayurveda] ormai superate, mentre in India si mobilitano per adottare vaccini moderni ed antibiotici.
    Richard Dawkins
  • L’Asia non è solo un continente, ma un luogo ben definito eppure misterioso, situato da qualche parte fra l’India e la Cina. Da lì sono venuti i popoli, le loro dottrine e le loro religioni,; lì sono le radici di tutto il genere umano e le oscure sorgenti di tutte le vite; da lì provengono le immagini degli dèi e le tavole delle leggi.
    Hermann Hesse
  • Lo Yoga è eseguire ogni azione come un opera d’arte.
    Swami Kripalvananda
  • Lo Yoga è eseguire ogni azione come un opera d’arte.
  • Nel Tibet, gli animali non vengono coccolati né resi schiavi; sono creature che devono servire a un utile scopo, creature aventi i loro diritti, proprio come gli esseri umani.
    Lobsang Rampa
  • Dicono che il Giappone è nato da una spada. Dicono che gli antichi dei hanno immerso una lama di corallo nell’oceano e che, al momento di estrarla, quattro gocce perfette siano cadute nel mare e che quelle gocce sono diventate le isole del Giappone. Io dico, che il Giappone è stato creato da una manciata di uomini coraggiosi, guerrieri disposti a dare la vita per quella che sembra ormai una parola dimenticata: onore.
    Simon Graham
  • L’India non è soltanto all’origine di tutte le cose, essa è superiore in tutto, intellettualmente, religiosamente o politicamente e persino il patrimonio greco appare pallido al confronto.
    Friedrich Schlegel
  • Più la Cina ci imita, e più abbandona i suoi misteriosi privilegi. L’erotismo ritorna alla rozzezza europea.
    Jean Cocteau
  • «Dio è amore». È questo il messaggio conclusivo dell’India?
    Edward Morgan Forster
  • Come possiamo pretendere di fare dell’India uno Stato laico se scegliamo le persone in base alla loro comunità?
    Indira Gandhi
  • Come possiamo pretendere di fare dell'India uno Stato laico se scegliamo le persone in base alla loro comunità?
  • Il 108 è un numero sacro nel Tibet e le dame che avevano chiome così abbondanti da poterle suddividere in tal numero di trecce erano considerate fortunatissime.
    Lobsang Rampa
  • Yin e yang, maschio e femmina, forte e debole, rigido e tenero, cielo e terra, luce e oscurità, tuono e lampo, freddo e calore, bene e male… l’interazione di principi opposti costituisce l’universo.
    Confucio
  • Singapore è una giungla ammaestrata, addomesticata. Dappertutto questa forza mostruosa della giungla esplode, trasformata in prati, in parchi, in cultutre, in campi di orchidee. È il porto più salubre dell’Asia.
    Jean Cocteau
  • Il rumore degli zoccoli è la nota dominante del Giappone come il gridacchiare dei corvi è la nota dominante dell’India.
    Ercole Patti
  • È l’India che ci ha dato l’ingegnoso metodo di esprimere tutti i numeri per mezzo di dieci simboli.
    Pierre Simon Laplace
  • La vita e la morte sono un filo unico, la stessa linea vista da lati opposti.
    Lao Tzu
  • La vita e la morte sono un filo unico, la stessa linea vista da lati opposti.
  • L’India assale, prende alla gola, allo stomaco. L’unica cosa che non permette è di restarle indifferente.
    Tiziano Terzani
  • Noi tibetani siamo fermamente convinti che l’intero destino degli individui sia scritto sul palmo della mano.
    Lobsang Rampa
  • La spiritualità è infatti la chiave principale del pensiero indiano, il senso dell’infinito è nativo con questo.
    Sri Aurobindo
  • Noi cerchiamo di fare una nazione, Gandhi. Ma gli inglesi stanno continuando a frantumarci in religioni e principati e province.
    Gandhi
  • La verità è che io sono la cortigiana indiana e ho scelto il maharaja.
    Satine
  • L’amore è una parola di luce, scritta da una mano di luce, su una pagina di luce.
    Khalil Gibran
  • L’amore è una parola di luce, scritta da una mano di luce, su una pagina di luce.
  • In tutto l’Oriente si respira religiosità, quanto in tutto l’Occidente si respira ragione e tecnica. Primitiva ed esposta a ogni evento appare la vita spirituale dell’occidentale, in confronto con la religiosità protetta, coltivata e piena di fiducia dell’uomo asiatico, sia buddhista, maomettano o altro.
    Hermann Hesse
  • La tua mano si apre e si chiude e si apre e si chiude, se fosse sempre chiusa a pugno o aperta, sarebbe paralizzata.
    Rumi
  • I cinesi furono il primo popolo che non considerò la pittura come un’opera servile, ponendo anzi il pittore sullo stesso piano del poeta ispirato.
    Ernst Gombrich
  • Non ho l’ambizione di vivere a lungo, ma sono fiera di mettere la mia vita al servizio della nazione. Se dovessi morire oggi, ogni goccia del mio sangue fortificherebbe l’India.
    Indira Gandhi
  • Nello yoga andare oltre è una morte, devi morire perché possa nascere il tuo essere reale.
    Osho
  • Le frasi sull’Asia di cui non conosciamo la fonte

  • Come dice un proverbio indiano: se davanti a te vedi tutto grigio sposta l’elefante.
  • Come dice un proverbio indiano: se davanti a te vedi tutto grigio sposta l'elefante.
  • Ci sono migliaia di stazioni in India. Ci vorrebbe una vita per trovare quella giusta.
  • Ci sono migliaia di stazioni in India. Ci vorrebbe una vita per trovare quella giusta.
  • Tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero.
  • Tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero.

Considerata come la terra che si trova all’altra parte del mondo, l’Oriente contrapposto all’Occidente, l’Asia con i suoi abitanti dalla cultura così diversa dalla nostra, è stata una nazione lontana sotto tutti gli aspetti, sia fisici che ideologici.
Oggi gli asiatici passeggiano nelle nostre città in folti gruppi. I turisti che affollano le località più note hanno comportamenti a volte “strani”, ma mai irrispettosi.
Dormono sopra le lenzuola, fanno una colazione molto diversa da quella occidentale costringendo, in senso positivo, gli alberghi ad attrezzarsi di conseguenza, camminano con l’ombrello quando c’è il sole e scattano tante, ma tante foto e selfie.

L’Asia è il continente più grande e più popolato, con tanti numeri da record: Everest il monte più alto, Mar Morto la depressione più profonda, Borneo l’isola più estesa, Tokyo la città più popolosa.
La popolazione asiatica ha caratteri somatici caratteristici, la loro bellezza ha parametri diversi: spesso per gli occidentali si somigliano troppo per poterli distinguere agevolmente.
Alcune tradizioni tipicamente asiatiche sono entrate a far parte della vita occidentale ed anche alcuni cibi hanno conquistato i palati dell’altro lato del globo. Il sushi è un piatto che viene proposto e apprezzato sempre più spesso nei locali di tutto il mondo.
La fioritura dei ciliegi è un veroe proprio rito, molto sentito in Giappone e tanto suggestivo da diventare un motivo di turismo verso il Paese asiatico.

Chi si sente attratto dall’Asia o da qualche suo territorio in particolare, viene preso dal forte desiderio di visitarlo, perché la sua diversità, la sua cultura, il profumo, l’atmosfera e i colori di quei luoghi non possono essere ritrovati nemmeno in parte nei Paesi occidentali.
Soprattutto tra i più giovani, ma non solo, i Manga, le storie a fumetti giapponesi, sono una vera passione che coinvolge in modo molto intenso.
L’Asia è lontana, ma ogni giorno si avvicina un po’ di più, in special modo per coloro che hanno una particolare attrazione per l’Oriente e non si sentono legati a un territorio soltanto perché ci sono nati.
Sono tanti i meriti che vanno riconosciuti all’Asia e alla sua gente.
Pur conservando ciascuno le proprie peculiarità e cultura, voler conoscere e rispettare un popolo lontano è sempre segno di interesse e civiltà.

Data di ultima modifica: 28 Febbraio 2020

Privacy Preference Center

Cookie Tecnici

Questi cookie sono usati esclusivamente per poterti fornire il servizio di TrovaFrasi

cookie tecnici di trovafrasi

Pubblicità Personalizzata

Profilazione per annunci personalizzati

adsense

Analytics

Other