Frasi sulle creature fantastiche, l’unione di storia e fantasia

Pubblicato il: 26 Agosto 2019
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (16 votes, average: 4,19 out of 5)
frasi sulle creature fantastiche e immaginarie

Draghi, vampiri, licantropi, fate, driadi: da sempre le creature fantastiche popolano l’immaginario collettivo, i sogni e gli incubi degli uomini. Si tratta di un patrimonio ancestrale di figure leggendarie, assolute protagoniste della letteratura di tutte le epoche, in grado di stimolare l’inventiva di artisti, pittori e scrittori sin dalla notte dei tempi.

Le frasi sulle creature fantastiche che hanno popolato e continuano ad apparire nella nostra immaginazione e nel nostro folclore.

    Le migliori citazioni sulle creature immaginarie con autore

  • “Draghi”. Mollander si chinò a raccogliere da terra una mela avvizzita e incominciò a passarsela da una mano all’altra. “Lanciala in aria” esortò Alleras la Sfinge. Tolse una freccia dalla faretra e la incoccò. “Mi piacerebbe vedere un drago.” Roone era il più giovane del gruppo, un ragazzo tarchiato cui mancava ancora un paio d’anni per raggiungere la virilità. “Mi piacerebbe proprio tanto.” “E a me piacerebbe dormire tra le braccia di Rosey” pensò Pate.
    George R. R. Martin
  • – Hai mai sentito parlare di Chimera?– Chimera?– Un mostro leggendario che sputa fuoco. Si diceva che appariva dalle profondità dell’oceano, e che provocava violente tempeste e uccideva tutti gli uomini. Aveva la testa di leone, il corpo di capra e la coda di dragone.– Ma è solo una leggenda.– Se riescono a manipolare quelle cellule, anche gli ingegneri genetici potranno creare la loro Chimera, una nuova forma di vita aliena, totalmente diversa da ciò che Dio intendeva creare.
    Godzilla Contro Biollante
  • La Sfinge è sua cugina [del gatto], e lui parla la sua lingua; ma il gatto è più vecchio della Sfinge, e ricorda ciò che lei ha dimenticato.
    Howard Phillips Lovecraft
  • Passo un mondo di guai, Bacco, per te,
    e n’ho passati ai miei verdi anni. Prima,
    quando Giunone il senno ti rapí,
    e tu lasciasti le montane Ninfe
    nutrici tue. Poi, nella cruda mischia
    contro i Giganti. Alla tua destra, piede
    contro piede, io pugnavo; e con la lancia
    forai lo scudo a Encèlado, e l’uccisi.

    Euripide
  • Io credo in tutto fino a quando non vieno smentito. Quindi io credo nelle fate, ai miti, ai draghi. Esiste tutto, anche se è nella tua mente. Chi può dire che i sogni e gli incubi non sono reali come il presente?
    John Lennon
  • Io credo in tutto fino a quando non vieno smentito. Quindi io credo nelle fate, ai miti, ai draghi. Esiste tutto, anche se è nella tua mente. Chi può dire che i sogni e gli incubi non sono reali come il presente?
  • I Ciclopi appartengono a un tempo situato prima della storia, quel tempo assoluto del mito che era il regno della forza. Quando l’arte non esisteva e non poteva perciò essere applicata alla forza affinché nascessero gli atleti. Prim’ancora dell’unione di forza e coraggio da cui sorsero gli eroi omerici. Prima del passaggio dalla forza alla virtù (l’areté) e per questo prima dei miti di Sparta e di Atene. Quando forza ed intelligenza non si erano ancora incontrate e pertanto prima degli dèi e della nascita di Atena, la dea della ragione. Quando c’erano soltanto la Terra e il Cielo uniti in un eterno amplesso: la realtà fisica da cui spuntarono le montagne incantate dell’Attica.
    Isabella Vincentini
  • Un drago non è una fantasia oziosa. Quali che possano essere le sue origini, nella realtà o nell’invenzione, nella leggenda il drago è una potente creazione dell’immaginazione umana, ricca di significato più che il suo tumulo sia ricco d’oro.
    J. R. R. Tolkien
  • Aaah, maledetta! L’acqua mi uccide! Mi sciolgo, mi liquefo! Aaah, maledetta! Non immaginavo che la bontà di una bambina avrebbe potuto distruggere la mia stupenda cattiveria!
    La Strega Cattiva Dell’Ovest
  • Laggiù nelle segrete c’è un basilisco, l’avete dimenticato, capovillaggio? Basta entrarvi per essere spacciati. […] Ed è impossibile uccidere un basilisco senza specchio, lo sanno tutti.
    Andrzej Sapkowski
  • C’è stato un tempo in cui semplici uomini combattevano Dei, titani e draghi. Ed io oggi, non riesco ad ammazzare una fottuta zanzara.
    Ilfugigibi, Twitter
  • C’è stato un tempo in cui semplici uomini combattevano Dei, titani e draghi. Ed io oggi, non riesco ad ammazzare una fottuta zanzara.
  • I draghi vivono in tane maleodoranti sotto le profondità di montagne sgretolanti, e per raggiungerli bisogna attraversare laghi di fuoco e cercare in qualche modo di evitare di essere divorato vivo da draghetti cuccioli.
    Roger Ebert
  • Il momento di maggior pericolo è quando si sta tutti tranquilli.
    L’attacco Dei Giganti
  • Hogwarts è stata scelta per ospitare un evento leggendario: il Torneo Tremaghi! Ora, per quelli di voi che non lo sanno, il Torneo Tremaghi chiama a raccolta tre scuole per una serie di competizioni di magia. Da ogni scuola, un solo studente viene scelto per gareggiare. Voglio essere chiaro, chi è scelto se la vedrà da solo, e fidatevi se vi dico che queste gare non sono per i deboli di cuore.
    Silente
  • Ci sono gli eroi e ci sono anche i mostri, ma siamo quasi tutti comuni mortali, coinvolti in avvenimenti troppo feroci per noi.
    Wilbur Smith
  • [Le sirene a Odisseo] Ferma la nave, ascolta la nostra voce. Nessuno è mai passato di qui con la sua nave senza ascoltare il nostro canto dolcissimo: ed è poi ritornato più lieto e più saggio.
    Odissea
  • [Le sirene a Odisseo] Ferma la nave, ascolta la nostra voce. Nessuno è mai passato di qui con la sua nave senza ascoltare il nostro canto dolcissimo: ed è poi ritornato più lieto e più saggio.
  • Questi rappresentano quattro draghi in carne e ossa, ad ognuno dei quali è stato dato un uovo d’oro da proteggere. Il vostro obiettivo è semplice: raccogliere l’uovo. Dovete fare questo perché ogni uovo contiene un indizio senza il quale non potete sperare di passare alla prova successiva.
    Harry Potter E Il Calice Di Fuoco
  • Nel labirinto non troverete draghi o creature degli abissi, invece affronterete qualcosa di molto più impegnativo. Vedete, le persone cambiano nel labirinto… Oh, trovate la coppa se potete, ma siate molto cauti, potreste perdere voi stessi lungo la strada.
    Silente
  • C’è un punto debole sotto la gola, lì. Vede? Devi trafiggerlo con un coltello o una daga. Zak! È l’unico modo per uccidere un drago.
    Hrothgar, La Leggenda Di Beowulf
  • La strega incarna i desideri, i timori e le altre tendenze della nostra psiche che sono incompatibili con il nostro io.
    Carl Gustav Jung
  • C’erano sulla terra i giganti a quei tempi – e anche dopo – quando i figli di Dio si univano alle figlie degli uomini e queste partorivano loro dei figli: sono questi gli eroi dell’antichità, uomini famosi.
    Genesi
  • C'erano sulla terra i giganti a quei tempi – e anche dopo – quando i figli di Dio si univano alle figlie degli uomini e queste partorivano loro dei figli: sono questi gli eroi dell'antichità, uomini famosi.
  • Non posso darvi la mia benedizione, devo diventare un cavaliere superiore a mio padre sul monte Ordalia.
    Final Fantasy IV
  • «Perché uccidono i draghi?» chiede alla madre che sospira e striscia lungo il bordo della pozza.«Perché loro non sono draghi. […] Gli uomini non possiedono né il respiro infuocato né le ali dei draghi […] Sono gelosi di queste cose e le temono.»
    Caitlín R. Kiernan
  • Il Drago è ovunque. Il Drago è in ogni cosa. Le sue squame brillano nella corteccia degli alberi. Il suo ruggire si sente nel vento. E la sua forcuta lingua colpisce come il fulmine.
    Mago Merlino
  • L’alicorno, ovvero unicorno, per la sua intemperanza e non sapersi vincere, per lo diletto che ha delle donzelle, dimentica la sua ferocità e salvatichezza; ponendo da canto ogni sospetto va alla sedente donzella, e se le addormenta in grembo; e i cacciatori in tal modo lo pigliano.
    Leonardo Da Vinci
  • Sirene! Demoni marini, pesci diavolo, sempre affamate di carne umana. Solcheremo i mari delle sirene!
    Barbossa
  • Sirene! Demoni marini, pesci diavolo, sempre affamate di carne umana. Solcheremo i mari delle sirene!
  • Hai superato i confini della mappa, amico. Qui ci sono i mostri.
    Barbossa
  • – Credi che esista l’anima gemella?
    – Assolutamente si, ma ultimamente mi sto dedicando alla caccia ai draghi.

    Vladinho77, Twitter
  • In altri tempi la nostra terra fioriva senza crudeltà e paura. Ai tempi dei draghi e dei cavalieri dei draghi… Non fingete di aver dimenticato: uomini in groppa a magnifiche bestie. Non conoscevano sconfitta, finché ecco che uno di loro… un cavaliere di nome Galbatorix volle tenere tutto il potere per sé e schiacciare i cavalieri che gli si opponessero…
    Brom
  • La lunga chioma della cometa lacerava l’alba, un rosso squarcio sanguinante sugli aspri artigli di granito della Roccia del Drago, come una ferita nel cielo dalle sfumature cremisi e violette. Maestro Cressen rimase immobile sulla balconata spazzata dal vento su cui davano le sue stanze. Era là che arrivavano i corvi messaggeri, al termine di un lungo volo. I loro escrementi punteggiavano i doccioni alti dodici piedi che torreggiavano ai lati dell’anziano sapiente: rappresentavano un cerbero e un grifone, due dei minacciosi bassorilievi che incombevano a migliaia dalle mura dell’antica fortezza. Al suo arrivo alla Roccia del Drago, molto tempo prima, quell’esercito di mostri di pietra l’aveva messo a disagio ma, con il passare degli anni, si era abituato a loro, fino a considerarli vecchi amici. Il saggio, il cerbero e il grifone continuarono a scrutare insieme il cielo, gravati da uno strano presentimento.
    George R. R. Martin
  • I draghi sono draghi proprio perché gli uomini non possono nulla contro di loro.
    Berserk
  • I draghi sono draghi proprio perché gli uomini non possono nulla contro di loro.
  • “- Hagrid: Non tutti i maghi sono buoni, alcuni diventano cattivi. Anni fa c’è stato un mago che è diventato cattivissimo! Iil suo nome era V… Il suo nome era V…
    – Harry: Magari prova a scriverlo!
    – Hagrid: No, non so come si scrive…”

    Dal Film Harry Potter
  • Nel mio mondo quello che non è, è. e quello che è, non è… però c’è!
    Stregatto, “alice Nel Paese Delle Meraviglie”
  • Alle tre del pomeriggio Filini cominciò a sentire le sirene come Ulisse
    Voce Narrante
  • A noi venìa la creatura bella,
    biancovestito e ne la faccia quale
    par tremolando mattutina stella.

    Dante Alighieri, Divina Commedia
  • Cerbero, il gran vermo, come quel cane abbaiando agogna, e si quieta dopo aver morso il pasto, cotal si fecero le facce lorde de lo demonio Cerbero, il cui ulular le anime scuote.
    Dante’s Inferno
  • Cerbero, il gran vermo, come quel cane abbaiando agogna, e si quieta dopo aver morso il pasto, cotal si fecero le facce lorde de lo demonio Cerbero, il cui ulular le anime scuote.
  • Il drago è una creatura temibile ed essi devono aver visto in esso un’alternativa all’assenza del Creatore e al silenzio della Sua Andraste.
    Dragon Age: Origins
  • E se sono una strega dell’acqua… dov’è il mio pozzo segreto?
    Coraline
  • Le favole non dicono ai bambini che esistono i draghi, i bambini già sanno che esistono, le favole dicono ai bambini che i draghi possono essere uccisi.
    GK Chesterton
  • Mi auguro che non stiamo dando la caccia a un drago. […] La seccatura di un normale troll marino basterebbe per un giorno.
    Caitlín R. Kiernan
  • Nessuno può ferirmi, nemmeno la strega nera con le sue misere magie!
    Tarabas
  • Nessuno può ferirmi, nemmeno la strega nera con le sue misere magie!
  • Sempre, dopo una disfatta ed una tregua, l’Ombra si trasforma e s’ingigantisce nuovamente.
    J.R.R. Tolkien
  • Ho sempre desiderato un nasino! Quant’è carino! È come un piccolo unicorno!
    Olaf
  • Solo rimaneva solenne e immutabile, il paesaggio, colle lunghe linee orientali, dai toni caldi e robusti. Sfinge misteriosa, che rappresentava i fantasmi passeggeri, con un carattere di necessità fatale.
    Giovanni Verga
  • Questa è Berk. È dodici giorni a nord di disperazione e pochi gradi a sud di morire di freddo, si trova esattamente sul meridiano della miseria. Il mio villaggio, in una parola: solido, ed è qui da sette generazioni, ma ogni singola costruzione è nuova. Abbiamo la pesca, la caccia e un’incantevole vista del tramonto, l’unico problema sono le infestazioni: in molti posti hanno topi, zanzare… Noi abbiamo… i draghi!
    Hiccup
  • Cantami, o Diva, del pelide Achille l’ira funesta che infiniti addusse lutti agli Achei
    Incipit Dell’Iliade Di Omero
  • Cantami, o Diva, del pelide Achille l’ira funesta che infiniti addusse lutti agli Achei
  • Questa ha due teste, l’una nel suo loco, l’altra nella coda, come se non bastassi, che da un solo loco gittassi il veneno.
    Leonardo Da Vinci
  • I racconti fantastici sono veridici, non perché ci dicono che i draghi esistono, bensì perché sostengono che possiamo sconfiggerli.
    Gilberth Keith Chesterton
  • Il drago senza san Giorgio non sarebbe stato nemmeno grottesco.
    Gilbert Keith Chesterton
  • La differenza che c’è tra le ninfe e le sirene è che le ninfe danno baci dolci e le sirene salati.
    Ramón Gómez De La Serna
  • È così che si combattono i mostri: lasci che ti vengano vicino, li guardi negli occhi e poi li colpisci.
    Hank Deerfield
  • È così che si combattono i mostri: lasci che ti vengano vicino, li guardi negli occhi e poi li colpisci.
  • Un giorno, guidati da stelle sicure, ci ritroveremo in qualche angolo di mondo lontano, nei bassifondi, tra i musicisti e gli sbandati, o sui sentieri dove corrono le fate…
    Modena City Ramblers, Ninnananna
  • Sirene: Vissero feroci e stupende. Una laringite le vinse.
    Gesualdo Bufalino
  • Da queste parti le spade hanno perso il filo, le asce vengono usate per gli alberi, e gli scudi come culle o coperchi; i draghi, poi, sono comodamente lontani.
    J.R.R. Tolkien
  • In ogni leggenda c’è sempre un pizzico di verità.
    Merida
  • Le frasi sulle creature fantastiche di cui non conosciamo la fonte

  • Centauro (s.m.). Appartenente a una razza che preesisteva all’odierna suddivisione del lavoro. Seguace dell’antica massima economica «Ogni uomo sia cavallo di se stesso». Fra loro il migliore fu Chirone che alla saggezza e alle virtù del cavallo univa la velocità dell’uomo.

Alcuni di questi esseri mitologici erano noti anche ai Greci e ai Romani, e rappresentano un pilastro fondamentale delle storie antiche e dei poemi epici. Si pensi, ad esempio, alle sirene incontrate da Ulisse, al Minotauro, ai Titani e così via.

Queste creature immaginarie si differenziano in base a una serie di tratti, ma sono tutte ugualmente interessanti. Si va da quelle splendide nell’aspetto a quelle inquietanti, da quelle grandi e maestose a quelle piccole e agili. Ogni figura, ad ogni modo, possiede le proprie peculiarità e i propri caratteri distintivi: il lupo mannaro è un uomo che assume connotati animaleschi alla luce di luna piena, mentre la strega è una donna dotata di poteri misteriosi e occulti. Il centauro è per metà umano e per metà cavallo, l’unicorno è forte ma soave. L’attrattiva esercitata da tali creature sulla mente e sulla creatività delle persone è innegabile.

Numerosi capolavori dell’arte e della letteratura fondano la propria suggestione su questi esseri straordinari. Il loro fascino, che sia luminoso oppure oscuro, solletica la fantasia degli individui da millenni ed è parte integrante del folclore di tutti i popoli. Quello alla scoperta delle figure antropomorfe e degli animali mitici è un vero e proprio viaggio, intriso di elementi culturali e di fattori sociali, antropologici, storici e religiosi.

Data di ultima modifica: 27 Agosto 2019

Privacy Preference Center

Cookie Tecnici

Questi cookie sono usati esclusivamente per poterti fornire il servizio di TrovaFrasi

cookie tecnici di trovafrasi

Pubblicità Personalizzata

Profilazione per annunci personalizzati

adsense

Analytics

Other