Frasi sul sole e il significato di questo astro nella storia

Pubblicato il: 8 Luglio 2020
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (8 votes, average: 3,63 out of 5)
sul sole

Citando il Sole, a tutti viene in mente subito quella stella fonte di luce e di vita terrestre, senza la quale la vita sul pianeta sarebbe pressoché impossibile.

Le frasi sul sole è una raccolta di citazioni che ci raccontano del significato poetico di questa stella.

Nel corso dei millenni però, il Sole è stato considerato più di una stella, seppur la più luminosa della nostra galassia, ma una vera e propria divinità, simbolo di saggezza, forza e vita.

Il Sole per i greci e gli egizi

Astronomicamente parlando il Sole è una stella nana gialla che sopravviverà fino a quando avrà atomi di idrogeno, principali responsabili del calore e della luce che emana sulla Terra. Nonostante pare quasi di poterlo toccare, il Sole dista dalla Terra circa 150 milioni di Km e la sua forza di gravità è tale che senza di lei i pianeti e gli altri corpi celesti che gli orbitano attorno si disperderebbero nell’Universo.
Questo astro dalla potente forza è stato venerato come un dio sin dalla notte dei tempi: ad esempio il più antico osservatorio solare è stato rinvenuto in Perù, a Chankillo e risale al IV a.C..
Per il popolo dell’Antico Egitto Ra era il dio del Sole e suo figlio era il Faraone: era raffigurato con un occhio e, a bordo di una nave reale, attraversava il Nilo Celeste valicando l’Oltretomba e il Caos, riemergendo poi come un alba.
Gli antichi greci invece identificavano il dio del Sole con Apollo, un essere praticamente perfetto che aveva anche doni profetici, comunicando con gli umani attraverso la sacerdotessa Pizia.

Il Sole nella letteratura: dal Santo di Assisi a Shakespeare

San Francesco d’Assisi nel Cantico delle Creature elogia il fratello Sole, considerato la più alta espressione del Signore; anche Dante lo vede come l’unica cosa degna di essere paragonata a Dio, perché non solo illumina se stesso, ma irradia la sua luce su ciò che lo circonda, ovvero gli astri celesti, la Terra e con essa l’uomo.
Seppure in riferimento a divinità differenti, Omero nell’Iliade attribuisce al Sole la capacità di ascoltare e vedere ogni cosa proprio come fa Eschilo nel Prometeo Incatenato dove lo stesso Prometeo invoca l’aiuto del Sole che tutto osserva. Un altro esempio tratto dalla letteratura mitologica classica porta poi a Sofocle che nell’Antigone narra del canto di gloria e di gratitudine intonato dai Tebani dopo aver sconfitto gli Argivi.
Non si può infine non citare William Shakespeare che nel Romeo e Giulietta, una delle sue tragedie più famose, paragona la fanciulla Capuleti proprio al Sole.

Data di ultima modifica: 8 Luglio 2020

Privacy Preference Center

Cookie Tecnici

Questi cookie sono usati esclusivamente per poterti fornire il servizio di TrovaFrasi

cookie tecnici di trovafrasi

Pubblicità Personalizzata

Profilazione per annunci personalizzati

adsense

Analytics

Other

X