Frasi sul trapasso e la fine del percorso della vita

Pubblicato il: 26 Agosto 2020
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (16 votes, average: 4,00 out of 5)
trapasso

Quando ci riferiamo al trapasso, alla morte e al dolore siamo soliti farlo con un misto di dolore, sofferenza e rassegnazione.

Le frasi sul trapasso ci raccontano di come ognuno vive la propria vita sapendo della meta che si trova alla fine.

Il trapasso: cerchiamo di non avere paura

La morte è l’unica vera certezza che abbiamo nella nostra vita e, pertanto, non dovremmo mai avere paura del trapasso. Sin dall’antichità, infatti, i popoli più progrediti e le tribù più remote del pianeta hanno sempre cercato di esorcizzare il momento del trapasso attraverso riti funebri simbolici e feste in cui si celebrava il distacco dalla terra e l’ascesa al cielo. Oggi, invece, chi crede che ci sia vita dopo la morte celebra il trapasso come se fosse il momento prodromico alla vita eterna che da lì verrà. Si celebrano riti funebri solenni e si raccomanda l’anima del defunto a Dio, chiedendo al Signore di accoglierla con tutti gli onori. Ovviamente, nonostante la consapevolezza della vita eterna per il credente, il momento del trapasso non può essere vissuto con distacco e senza alcun dolore. Chi ha amato il defunto, infatti, non riuscirà a restare impassibile davanti a un corteo funebre o all’ascolto delle parole del celebrante. Il dolore, mai come in questo caso, è perfettamente tangibile e comprensibile e nessuno mai potrebbe ergersi a giudice di una situazione luttuosa.

Il trapasso: in bilico tra vita e morte

Alcuni autori sostengono che quando si è molto anziani o ci si trova in uno stato di coma, la morte diventa quasi tangibile e il momento del trapasso si avverte con una certa lucidità. Ovviamente, si tratta di tutte quelle esperienze premorte impossibili da vivere o da descrivere se non ci si trova in quella specifica situazione. Ciò che è certo, invece, è che quel momento arriverà per tutti noi, anche se con modalità differenti. Per questo motivo, prepararsi al trapasso dovrebbe essere un esercizio quasi spirituale da compiere ogni giorno della nostra vita. Ciò, però, non vuol dire che la morte debba diventare il nostro pensiero fisso: possiamo provare a esorcizzarla, a non temerla e a vivere la situazione con un certo distacco, come se fosse qualcosa di inevitabile, qualcosa che arriverà per tutti anche se non si sa in quale momento preciso. La vita e la morte sono le due facce della medesima medaglia: quando c’è l’una non c’è l’altra e viceversa. Proprio per questo motivo il trapasso deve spaventarci il meno possibile: è una legge di natura cui dobbiamo sottostare e non possiamo far nulla per evitarlo o procrastinarlo.

Data di ultima modifica: 26 Agosto 2020

Privacy Preference Center

Cookie Tecnici

Questi cookie sono usati esclusivamente per poterti fornire il servizio di TrovaFrasi

cookie tecnici di trovafrasi

Pubblicità Personalizzata

Profilazione per annunci personalizzati

adsense

Analytics

Other

X